Abbazia di Daoulas - Plougastel

Benvenuti nel paese delle fragole

Foto 1 Abbazia di Daoulas - Plougastel Foto 2 Abbazia di Daoulas - Plougastel Foto 3 Abbazia di Daoulas - Plougastel Foto 4 Abbazia di Daoulas - Plougastel

Chi è il goloso che non conosce la deliziosa fragola di Plougastel? Correte a scoprire questo bell’angolo della rada di Brest, il suo magnifico calvario, le sue cappelle e l’abbazia di Daoulas. Resterete sorpresi dal microclima di questa penisola e dalla fertilità delle terre che hanno dato alla regione il dolce soprannome di "giardino di Brest".

Tra i monumenti che valgono la visita della penisola, il calvario del XVII secolo è senza dubbio il più conosciuto. Fu eretto in seguito a un’epidemia di peste che aveva colpito la regione. Quanti personaggi contate? In tutto, sono state scolpite 181 figurine nella pietra di Kersanton (granito grigio). Hanno avuto molta fortuna! Toccate dai bombardamenti del 1944, un soldato americano ebbe l’ottima idea di recuperarle e di posizionarle nel presbiterio per proteggerle. Prima che venissero completamente restaurate qualche anno più tardi!

Ispirazioni d’altri tempi

Approfittate del vostro passaggio in questa zona per visitare l’abbazia di Daoulas. L’antico monastero retto sino al XVI secolo dai canonici dell’ordine di Saint-Augustin, conserva belle testimonianze del Medioevo. In questo luogo potrete ammirare l’abbazia e il chiostro romanico del XII secolo. Oggi, l’abbazia e il suo magnifico parco accolgono esposizioni sul tema delle civiltà del mondo.

Grazie signor Frézier

Le fragole hanno fatto il successo alla regione. Ma sapevate che erano originarie dell’America del Sud? È un savoiardo chiamato Amédée-François Frézier che le scopre nel XVIII secolo e le importa in Francia. Conquistati dalle fragole, i Bretoni le adottano, le coltivano e le esportano a partire dalla fine del XIX secolo. Oggi, sono indissociabili dalla città.

Lo sapevate?

Bretoni di tutti i colori

Spesso immaginiamo le bretoni vestite con colori scuri. È allo stesso tempo vero e falso. Poiché, se il costume indossato durante la settimana era nero, quello dei giorni di festa non esitava a mischiare colori vivi. Gonna violetto, grembiule verde e corsetto blu e arancione!

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com