Saint-Cast e Saint-Jacut

La penisola dalle sette spiagge

Foto 1 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 2 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 3 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 4 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 5 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 6 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 7 Saint-Cast e Saint-Jacut Foto 8 Saint-Cast e Saint-Jacut

Se cercate una bella stazione balneare dove trascorrere alcuni giorni, è sicuramente nella regione di Saint-Cast-le-Guildo che dovete fare una sosta. Qui, capi, isole, insenature e chilometri di spiagge compongono il paesaggio. Passeggiate con calma lungo la costa e tra le rovine del castello prima di scoprire la penisola di Saint-Jacut-de-la-Mer.

È alla fine del XIX secolo che Saint-Cast-le-Guildo fiorisce come località turistica grazie all’iniziativa del pittore Marinier. Innamorato del luogo, acquista la punta e, insieme a suo genero, costruisce alberghi e ville. Divenuta oggi una stazione balneare per famiglie affascinate dalle sue sette spiagge e dalle belle passeggiate in riva al mare, Saint-Cast è una tappa imperdibile della pointe d'Émeraude. Fate un giro sulle impressionanti rovine del castello feudale del Guildo dove visse Gilles de Bretagne e poi partite alla scoperta della costa.

Respirate l’aria iodata!

Con partenza dall’hotel Ar Vro, il sentiero turistico conduce sino alla pointe de la Garde. Questo quartiere ospita delle ville magnifiche. Di là, la vista sull’arcipelago delle Ebihens e sulla penisola di Saint-Jacut è notevole. Risalite poi verso la pointe de Saint-Cast e il porto. Alcune barche lì pescano ancora capesante e granchi.

Un piccolo ed esteso borgo

Un tempo isola, la penisola di Saint-Jacut-de-la-mer ha vissuto a lungo di pesca. Di razze e sgombri. Oggi è una bella stazione balneare e sarete sedotti dalle sue undici spiagge! Passeggiate con calma lungo le stradine del borgo dall’atmosfera unica. Qui, le case allineate in fila, sono costruite in lunghezza. Una tattica per proteggersi dal vento.

Lo sapevate?

Il paradiso dei pescatori a piedi

Pescatori a piedi? Sarete soddisfatti! Con la bassa marea passeggiate sull’isola privata di Ebihens. Un luogo di passeggiate dominato dalla torre Vauban del XVII secolo e dalle sue numerose conchiglie. Gusci, vongole, molluschi... saranno tutti per voi!