Fatti e cifre

Un'identità fatta di contrasti!

Stupefacente Bretagna! Può sembrare scontrosa ma si dimostra cordiale, aperta a varie influenze. Sembra rifarsi alle proprie tradizioni e allo stesso tempo rivela un universo di novità. Sembra avere i piedi fermamente piantati a terra ma crede nei suoi sogni. I suoi traguardi, dalle fortezze alle nuove tecnologie, lo dimostrano. Così come lo testimoniano i suoi uomini, dal corsaro Surcouf a François Pinault.

Foto 1 Fatti e cifre Foto 2 Fatti e cifre Foto 3 Fatti e cifre Foto 4 Fatti e cifre

Benvenuti a tutti!

La Bretagna ha una grande dose di simpatia che favorisce la sua economia e il turismo. È la regione più importante dove i francesi trascorrono le vacanze al mare ed è al primo posto per le attività nautiche. Alcuni talenti creativi hanno trasformato il Festival interceltique (festival interceltico) o Les Vieilles Charrues (i vecchi aratri) in eventi importanti.

Dedita all'avventura

Surcouf, Cartier, les Terre-Neuvas, i commercianti tessili, sono la dimostrazione della lunga tradizione avventuriera e pionieristica dei Bretoni. L’avventura diventa umana e industriale quando Fulgence Bienvenüe crea la metropolitana parigina, quando Vincent Bolloré o François Pinault danno una nuova dimensione alle loro attività di origine (la carta e il legno).

Sulla scia dei marinai, la Bretagna è la terza regione francese per l'attività navale. La sua tradizione nautica, ispirata da Tabarly, da Kersauzon e da un esercito di eccellenti navigatori, si basa sull'innovazione.

Una cultura che si basa su condivisione e successo

Il savoir-faire tradizionale si è evoluto per occupare un ruolo fondamentale. La Bretagna è all'avanguardia per la produzione agricola, la pesca, la conchiglicoltura, il settore agroalimentare. Spesso i professionisti progrediscono insieme e si riuniscono in cooperative o intorno ad agronomi che valorizzano la produzione. È così che si sviluppano il “bio” o le cozze DOC. Nello stesso spirito è stato creato il marchio “Produit en Bretagne” (Prodotto in Bretagna) per valorizzare le creazioni locali.

Dall'alga al microprocessore

La Bretagna è all'avanguardia nel settore tecnologico dal 1959 e questo grazie all'ottimo livello scolastico e universitario! Una rete di imprese permette alla regione di essere il primo polo nazionale nelle telecomunicazioni (dopo l'Ile de France). Annovera 4 poli competitivi per le tecnologie dell'informazione, il mare, il settore agroalimentare e quello automobilistico. È inoltre all'avanguardia nel campo della biotecnologia marina, la “cosmetica blu e verde”.

Lo sapevate?

Cosa ci fanno le fragole a Plougastel?

La storia della fragola di Plougastel è esemplare: l'esploratore Amédée Frézier la portò dal Cile nel 1740, il giardino botanico di Brest ne favorì la coltura, la ferrovia Parigi-Brest la sviluppò e metodi innovativi di produzione e una nuova varietà chiamata la Freizh ne rilanciarono la produzione.

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com