Paesaggi

Vista sulle meraviglie

Ad ogni momento, il paesaggio cambia. In modo sorprendente, alterna dolcezza, passione, forza e fragilità. Lungo la costa, le scogliere selvagge lasciano il posto alle curve arrotondate delle dune. Quando la romantica landa si inclina verso valle, si tesse di scarpate con il bocage (tipico paesaggio rurale della Francia del nord ). La tentazione porterebbe a dividere i paesaggi litorali da quelli rurali, ma è impossibile, tanto le baie e i...

Ad ogni momento, il paesaggio cambia. In modo sorprendente, alterna dolcezza, passione, forza e fragilità. Lungo la costa, le scogliere selvagge lasciano il posto alle curve arrotondate delle dune. Quando la romantica landa si inclina verso valle, si tesse di scarpate con il bocage (tipico paesaggio rurale della Francia del nord ). La tentazione porterebbe a dividere i paesaggi litorali da quelli rurali, ma è impossibile, tanto le baie e i fiordi uniscono intimamente terra e mare.

Più testo

Foto 1 Paesaggi Foto 2 Paesaggi Foto 3 Paesaggi Foto 4 Paesaggi Foto 5 Paesaggi

L’ebbrezza del mare

Uno spuntone arrogante, rocce scoscese che sfidano la schiuma del mare, è l’immagine tipica e vagheggiata della Bretagna. Bisogna dire che le scogliere raggiungono densità e dimensioni rare. A Cap de la Chèvre, si ergono sino a 100 m. A ovest, avanzano spesso sotto forma di piattaforme, davanti alle quali si disseminano scogli.

Baie, un cambiamento continuo

Inutile descrivere una baia o un fiordo contorto, cambiano 2 volte al giorno! Un piccolo mare con l’alta marea diventa, con la bassa marea, una superficie lunare, costellata da rocce e alghe. Il luccichio della superficie è un quadro che cambia ed esplode di colori al crepuscolo.

Dalla dolcezza all’orizzonte

Sabbia bianca accarezzata da un mare trasparente, conchiglie di madreperla… Una spiaggia tropicale? No, una duna bretone. Gli sparti pungenti che fissano la sabbia, ne conservano la forma ondosa ospitando cardi blu e vilucchi. Solo su questa distesa, è forte la sensazione di libertà. Una felicità da testare nella Baia d’Audierne, nelle dune d’Erdeven o a Keramma.
 

La landa coltiva i suoi misteri

Senza dubbio il paesaggio più misterioso. Tra gli ori e le rose del tappeto di vegetazione, si ergono creste rocciose. Forse per osservare le donnole e i falchi gheppi. Se la landa dei Monts d’Arrée o del litorale è originale, quella di Lanvaux o Paimpont è nata dal lavoro dei contadini. Sulle alture, la vista è affascinante dai belvedere.
 

Dal verde al blu

La fusione tra gli universi è tale che le querce sembrano radicarsi nel fango dei fiordi o i carciofi nascere a mare. Le attività dell’uomo hanno limitato la foresta a zone sparse, degnamente rappresentate da Paimpont o Le Huelgoat. Il caos delle rocce si dirada sotto i raggi di luce che filtrano tra i boschi. Il bocage, con le sue scarpate, pone una trama boscosa sui campi. Si è mantenuto intatto nelle valli, come quella dell’Aulne.

Lo sapevate?

Che altezza raggiunge la marea?
La splendida Baia di Mont Saint-Michel offre una differenza di 16 m tra alta e bassa marea , il secondo record al mondo! Sconvolgente per i visitatori!

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com