La Bretagna è di nuova pronta ad accogliervi per le vacanze!

Vigili, i professionisti del turismo bretoni si impegnano stabilmente a garantirvi un soggiorno sereno e sicuro. Le strutture ricettive hanno l’obbligo giuridico di rispettare un protocollo sanitario. Quali sono i dispositivi e quali pratiche adottare? Cosa si può fare e cosa no? Trovate le risposte (aggiornate) alle vostre domande qui.

© Emmanuel Berthier

Misure sanitarie per la stagione 2020

Quali sono le principale misure sanitarie da conescere ?
  • Quali sono le regole di distanziamento sociale messe in atto in Francia in generale e in Bretagna in particolare?

    Ovunque in Francia, il distanziamento sociale ci impone di limitare ancora i contatti fisici. Quando ci si saluta, non ci si stringe la mano, neanche ci si abbraccia o ci si stringe. Va mantenuta ovunque una distanza di almeno 1 metro (cioè 4 m² liberi da contatti intorno a sé): in strada, durante una passeggiata, in tutti gli spazi pubblici.

  • Quando va indossata una mascherina?

    Usa e getta o di tessuto, la mascherina è obbligatoria su tutti i trasporti pubblici: treno, RER, metro, tram e anche in auto quando si viaggia insieme a altre persone. Nei taxi o nelle auto con conducente, va indossata se la vettura non dispone di vetri in plexiglass. È consigliata negli esercizi commerciali: il personale indossa una mascherina; un commerciante può imporre l’uso della mascherina nel suo negozio.

Quali sono le regole generali per:
  • Le strutture ricettive

    Oltre alle regole di distanziamento, è vivamente consigliato di prenotare in anticipo per facilitare la gestione delle capacità di accoglienza massime. Le camere e gli altri locali sono aerati prima e durante le pulizie (quindi quando lasciate la camera d’hotel dovrete aprire la finestra), le superfici disinfettate dopo la pulizia. La biancheria e il vasellame sono lavati a temperatura elevata. I documenti cartacei e gli accessori non indispensabili sono tolti. Il servizio di facchinaggio dei bagagli è sospeso, le aree d’attesa ridotte. Vanno privilegiati i pagamenti contactless.

    Scoprite qui le strutture che si impegnano a rispettare le istruzioni sanitarie.

  • Le strutture ricettive all’aria aperta

    I sanitari e le parti comuni di tutti i camping sono stati riorganizzati, con l’adozione di un senso di circolazione, lavaggio preliminare delle mani e procedure di sicurezza. Le serate tematiche e altre animazioni sono state ripensate. La pulizia è rafforzata e molto più frequente, include la disinfezione e la messa a disposizione per tutti gli utenti di gel idroalcolico. I camperisti sono invitati a pulire da soli le superfici di pertinenza, prima di utilizzarle. Le piscine coperte e esterne, clorurate, sono accessibili, ma possono essere frequentate contemporaneamente al massimo da non più di 3 persone per 2 metri di specchio d’acqua all’aria aperta e da 1 persona per metro di specchio d’acqua al coperto. Il mobilio intorno alle piscine, come le sedie a sdraio, possono essere ridotte per garantire il distanziamento, garanzia per vacanze sicure e riuscite!

  • I caffè e i ristoranti

    Dal 15 giugno, caffè e ristoranti hanno riaperto ovunque in Francia. È obbligatoria una distanza di 1 metro tra un tavolo e l’altro e i clienti non possono essere più di 10 per tavolo. Tutto il personale ha l’obbligo di indossare la mascherina, la stessa cosa vale per i clienti quando si spostano nella sala. Il self-service non è consentito. Gli alimenti presentati sotto forma di buffet sono protetti. Nei caffè e nei bar, possono essere ammesse nella struttura solo persone che hanno un posto a sedere.

  • Gli uffici del turismo

    È adottato un protocollo sanitario: All’entrata troverete a vostra disposizione il gel idroalcolico. È obbligatorio indossare la mascherina, è stato creato un percorso obbligato e il numero di visitatori è limitato. Restano obbligatori distanziamento e gesti barriera.

  • Le strutture di divertimento, i musei...

    Come nelle altre strutture è obbligatorio indossare la mascherina. Il gel idroalcolico è a disposizione degli ospiti, le mostre sono pulite costantemente e sono affisse le informazioni sanitarie. Spesso è definito u percorso di visita per evitare che le persone si incrocino o tornino indietro e una segnaletica a terra permette di rispettare il distanziamento. Il numero di prenotazioni è limitato.

    Scoprite qui le strutture che si impegnano a rispettare le istruzioni sanitarie.

  • Le attività nautiche

    Le attività nautiche si praticano in ambiente aperto e in mezzo alla natura. Un ambiente poco propizio alla sopravvivenza e alla trasmissione del virus. Inoltre, le strutture nautiche seguono un protocollo sanitario per accogliere i clienti nelle migliori condizioni: disinfezione regolare dei punti di contatto con le mani e delle tute / gilet di salvataggio tra un utilizzatore e l’altro; pulizia rafforzata del materiale nautico e rispetto dei gesti barriera e di distanziamento sociale a terra e in acqua. Per chi lo desidera, è possibile praticare le attività con la famiglia o con gli amici su sessioni con un coach privato.

Quali sono le regole da seguire nello spazio publico ?
  • Le spiagge

    La Bretagna possiede 2.700 km di coste e altrettante insenature, spiagge e spazi per accogliervi nelle condizioni migliori. All’entrata delle spiagge sono affisse le istruzioni da rispettare: senso di circolazione per entrare e uscire dalla spiaggia, regole di distanziamento e attività autorizzate.

  • I negozi alimentari

    Le regole sanitarie variano da un negozio all’altro; in genere vi viene chiesto di disinfettarvi le mani con il gel idroalcolico all’entrata. La mascherina è consigliata, ma non obbligatoria.

  • I trasporti pubblici / le navette marittime

    Su navi, corriere, autobus e treni è obbligatorio indossare la mascherina. Per gli acquisti a bordo delle corriere bisogna avere l’importo contato. I mezzi di trasporto sono puliti e disinfettati quotidianamente.

    Sugli autobus, non si sale più dalla porta anteriore ma da quella posteriore, la stessa cosa vale per la discesa.

    Sulle navette marittime è obbligatorio indossare la mascherina in stazione e a bordo (a partire da 11 anni di età). Bisogna mantenere una distanza di 1 metro tra le persone nelle file d’attesa e a bordo, limitare il tempo di avvicinamento alle persone e al personale durante le operazioni di acquisto e di controllo e rispettare tutti i gesti barriera. Le prenotazioni sono vivamente consigliate.

Viaggiare in Bretagne dall’estero
  • Si può venire in Bretagna dall’estero?

    Dal 15 giugno, le frontiere tra la Francia e gli altri paesi europei sono riaperte. Se provenite da un paese europeo, potete di nuovo entrare in Francia e visitare la Bretagna senza attestazione di spostamento e senza essere sottoposti a quarantena (quarantena di 14 giorni). Fanno eccezione le persone che giungono dalla Spagna in aereo (fino al 21 giugno) e i viaggiatori in provenienza dal Regno Unito, che restano soggetti a quarantena. L’apertura delle frontiere francesi al resto del mondo avverrà progressivamente a partire dal 1° luglio e in maniera differenziata.

  • Come fare?

    Le persone a partire dagli 11 anni di età devono indossare una mascherina di protezione nelle stazioni, negli aeroporti e all’interno degli aerei. L’offerta d traffico TGV, treni regionali e RER è normale.

    Re-open EU

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti