© Guillaume Prie
In Cornovaglia, tra arte e artigianato bretoneImpregnatevi di siti di ispirazione e savoir-faire tradizionali
Idea soggiorno

In Cornovaglia, tra arte e artigianato bretone

Città di carattere, paesaggi cangianti, magnifici effetti di luce… La Cornovaglia, risveglierà, come è stato per molti pittori e cineasti prima di voi, la vostra vena artistica!

Suggerimento da effettuare in
3 giorni
Da 120
A PERSONA PER 3 G/2 N

Una rapida occhiata

Da Quimper alle rive dell’Aven, scoprite una paletta di paesaggi naturali e di città che sono stati fonte di ispirazione per gli artisti. Appassionati dei paesaggi marittimi, approfittate di una passeggiata ispirante sul porto di Concarneau. Partite sulle tracce di Gauguin, Sérusier e altri pittori della scuola di Pont-Aven. Passeggiate a Locronan, villaggio tra i più “cinegenici”. Infine, misurate l’arte, così presente in Cornovaglia, di perpetuare i  savoir-faire tradizionali. Quello della maiolica, ad esempio, nel centro del quartiere Locmaria di Quimper. Non andate via senza la ciotola con il vostro nome!

Passeggiate a Quimper e girate i vostri video a Locronan

Degemer mat! (Benvenuti) Fate base a Quimper, città d’arte e di storia, e esplorate i quartieri vecchi.

Percorrendo le viuzze pavimentate, passerette di piazza in piazza, una più affascinante dell’altra. Fermatevi nella cattedrale di Saint-Corentin, gioiello dell’arte gotica bretone. Attraversate i giardini dei bastioni, bella testimonianza della fioritura della città. Continuate la passeggiata lungo le banchine dell’Odet.

Il percorso prosegue a Locronan, la “star del cinema”. In questa piccola città di carattere sono stati girati una trentina di film. Lasciatevi ammaliare da questa architettura che ha ispirato i cineasti, fatta di viuzze affascinanti, di case di granito ben conservate, di un pozzo sulla piazza centrale…

Qui si sono installati molti artisti e artigiani. Entrate nei loro atelier/negozi… per simpatici incontri!

  • Tutte le estati, per una settimana, il festival di Cornovaglia vi immerge nel cuore della cultura bretone. In programma: stage di danza, concerti gratuiti, fest noz, sfilate di bande musicali bretoni…
  • “Chouans!”, “Tess”, “Un long dimanche de fiançailles”… fatevi svelare i segreti delle riprese e altri aneddoti durante una visita guidata a tema “Locronan e il cinema”. .

Dall’arte della maiolica alla produzione di sidro

Dopo una buona colazione, dirigetevi verso il quartiere di Locmaria. Siete nella culla della maiolica del Quimper, un savoir-faire perpetuato dalla Faïencerie Henriot-Quimper. Entrate in questa manifattura e assistete al lavoro dei creatori. Nata qui, la famosa ciotola bretone qui viene ancora, insieme a altri oggetti, fabbricata e dipinta a mano.

Sempre a Locmaria, ammirate abiti e altri oggetti esposti nell’Ecole de broderie d’art di Pascal Jouen. Scoprite anche come vengono prodotte le famose crêpes dentelles nella Biscuiterie de Quimper.

Proseguite la vostra spedizione culturale e gourmet sulla strada del sidro. Fermatevi nel maniero di Kinkiz. la produzione di sidro qui viene fatta con 25 varietà di mele. Degustate i prodotti realizzati con un metodo tradizionale

  • La Strada del sidro AOC in Cornovaglia vi offre il privilegio di visitare i luoghi di produzione e parlare con i produttori locali.
  • Siete più tipi da birra? Alla La Baleine Déshydratée, nel quartiere di Locmaria, i gli spillatori sono collegati. Un concetto originale!

Entrate nel quadro, a Concarneau e Pont-Aven

Questa mattina si va a Concarneau. Place Duquesne, imbarcatevi sul traghetto che vi porterà ai piedi della città fortificata. Lungo le banchine assistete allo spettacolo colorato del va e vieni delle imbarcazioni da pesca che hanno ispirato i pittori degli anni ‘50. Superate il ponte levatoio e immergetevi nel centro storico della “Città blu”.

Nel pomeriggio, recatevi a Pont-Aven. Come Gauguin, Sérusier o Maufra, impazzirete per la “città dei pittori”, rannicchiata nel suo estuario verdeggiante. Paesaggi, luci, imbarcazioni sulla banchina, dedali di viuzze, passeggiata fiorita costeggiata da lavatoi formano una decorazione… pittorica!

Per conoscere meglio la vita artistica di Pont-Aven, visitate il museo. Ospita una ricca collezione di quasi 4.500 opere!

Infine non ripartire senza degustare i Traou Mad, letteralmente “cose buone”: biscotti al buon burro bretone!

  • Alzatevi all’alba e scoprite il dietro le quinte del mondo della pesca con una visita guidata della Criée de Concarneau, primo porto per la pesca del tonno d’Europa e terzo per la pesca fresca.
  • Fate un giro a Riec-sur-Bélon per il pranzo. Sul porto andata da Chez Jacky o alla Ferme les Huitrières du Château de Bélon per degustare le ostriche piatte del Belon.

Da fare

  • Prendersi del tempo per passeggiare nel quartiere di Locmaria, a Quimper, artigianale, artistico, gastronomico, ricco di patrimonio e paesaggi…
  • Seguire le tracce dei pittori di Pont-Aven, della pensione Gloanec dove hanno vissuto fino ai viali del bosco dell’amore dove hanno poggiato il loro cavalletto. La cappella di Trémalo, dal curioso tetto asimmetrico, ospita un cristo policromo che ha ispirato il Cristo giallo di Gauguin.

Scarica il promemoria di viaggio

Tutte le informazioni del sito e molto di più in un pdf.

3 giorni / 2 notti Da aprile a settembre
Idea soggiorno stimata (per adulto, in camera doppia) 120 €

il prezzo indicativo include: pernottamento presso l’hotel de la Gare (Quimper) con prima colazione, visita della fabbrica di maioliche Henriot, scoperta del Manoir de Kinkiz, attraversata con Le Bac a Concarneau e ingresso al museo di Pont-Aven.

Attenzione: I giorni e gli orari di apertura / disponibilità possono variare a seconda dei siti indicati e del periodo scelto. Non dimenticate di prendere informazioni.

Scopri le altre idee soggiorno

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti