© Peter Kooijman
Giocare ai castellani alle porte di Rennes 4 indirizzi per vivere la vita di castello

Giocare ai castellani alle porte di Rennes

A due passi dalla capitale bretone, avete appuntamento con la Storia in luoghi d’eccezione. Soste romantiche, tappe gastronomiche e insolite vi invitano a godervi la vita di castello.

Sculture e pausa gastronomica atipica al Château des Pères

Nel cuore di un parco di sculture contemporanee di 31 ettari, il Château des Pères è il nuovo posto da non perdere alle porte della capitale bretone. La Table des Pères, ristorante gastronomico, diretto da Jérôme Jouadé, ex finalista della trasmissione “Il miglior menù di Francia” è un’ode alla cucina naturale e locale. Se la frutta e la verdura di stagione ispirano lo chef, i tesori della raccolta effettuata nel parco del castello (erbe selvatiche, funghi, germogli di abete…) conferiscono alla sua cucina delle note originali. La Table des Pères ha trovato in questo antico maniero feudale la cornice a sua misura. Per aggiungere pepe alla magia del luogo nelle sere d’estate, lo chef propone un’esperienza gastronomica inusuale: un pasto gourmet a 6 metri di altezza tra gli alberi!

Sosta romantica al Château des Tesnières

A 10 minuti a sud di Vitré, offritevi il lusso di una notte al castello. In questo splendido castello in stile neogotico, cinque suite e chambres d’hôtes di rara eleganza sono l’ideale per una fuga romantica, lontano dal tumulto della città. Letti a baldacchino, lampadari di cristallo, mobili antichi e comfort moderno si fondono in questo castello ristrutturato e arredato con gusto dai padroni di casa olandesi, John e Siebren, rimasti incantati dal fascino di questo edificio. Il grande salone Luigi XVI, la biblioteca e i 6 ettari di parco che circondano il castello sono un invito al passeggio.


Mettersi in contatto con la natura negli Ecolodges du Château du Bois Guy

A 30 minuti dal Mont-Saint-Michel, questo castello rinascimentale del XVI secolo completamente rinnovato ha ritrovato tutto il splendore grazie all’approccio contemporaneo ed ecologico dei suoi nuovi proprietari. Questo hotel a 4 stelle, con 24 camere, mette in luce le sue antiche pietre con un tocco di design molto ben riuscito. La cucina del ristorante vi propone sapori locali, mentre il campo da golf segue una filosofia 100% ecologica. Dalla primavera del 2017, cinque Ecolodge hanno visto il giorno nella tenuta. Sono stati realizzati interamente con legno locale grazie al know-how del team del Château du Bois Guy. Con vista sul castello o sul laghetto, queste suite di lusso nel cuore di un parco di 78 ettari sono una vera bolla di relax fuori dal tempo.


Le Rocher Portail, il "Downtown Abbey" alla francese

Non appena arriva la primavera, venite a scoprire un nuovo gioiello del patrimonio bretone. Dopo una profonda ristrutturazione, uno dei più bei castelli della Bretagna, a due passi da Fougères e dal Mont-Saint-Michel, ha aperto le sue porte al pubblico per la prima volta nell’estate del 2017. Le sue 12 sale arredate con mobili d’epoca, le sue scuderie, la sua cappella e la sua galleria rinascimentale sono un invito a tornare indietro nel tempo per scoprire la vita di nobili e domestici nel XIX secolo. Apprezzerete la tranquillità della sala da tè installata nelle cucine del castello e la sua atmosfera “so british”, prima di passeggiare nell’immensità del suo parco, che si estende per circa 60 ettari, e tra i suoi giardini classificati Monumenti Storici.

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna