Geologia

Un solido massiccio bordato da merletti

Con i suoi 2 miliardi di anni, il Massif Armoricain è il decano francese. Le sue basi si immergono a più di 20 km, formando una penisola di 35.000 km2, si slancia sotto il mare e fa da sostegno a 800 isole e isolotti. L’evoluzione del basamento ercinico ha fatto sorgere graniti, rilievi, micascisti dai più svariati colori. Centinaia di milioni di anni di erosione hanno poi scolpito le sue coste frastagliate.

Foto 1 Geologia Foto 2 Geologia Foto 3 Geologia Foto 4 Geologia Foto 5 Geologia Foto 6 Geologia

Qual è l’altezza massima?

La Roc Trevezel, nei Monts d’Arrée, culmina a 384 m. Ai piedi dei Monts d’Arrée e delle Montagnes Noires dalle cime tormentate, una miriade di corsi d’acqua cesella il terreno.

Un litorale ricamato dalle maree

Un lungo ricamo di rocce celebra le nozze di terra e mare. La costa nord appare grandiosa con le scogliere dalle proporzioni insolenti. L’ovest avanza fieramente nell’Atlantico, sfidando correnti e maree. Il sud si addolcisce con le sue dune e le cale che fiancheggiano i fiordi. Se questo schizzo traccia la realtà, questa è presto negata dalle alte scogliere meridionali della costa selvaggia di Quiberon o dalla sontuosa baia settentrionale di Morlaix.

Tutta una tavolozza di pietre

A Ploumanac’h, il granito è rosa e, inoltre, i blocchi si mascherano da bottiglia, cappello, serpente, ecc. I gres rosa e ocra di Erquy si allineano ai gradini orizzontali, smussati dalle onde. Tra la Pointe du Raz e Douarnenez, le scarpate di granito annunciano il meteo assumendo sfumature diverse. Groix sorprende con i suoi scisti blu. Al centro del massiccio, scisti rossi e verdi affiorano nella foresta di Brocéliande. Sono attraversati da filoni di minerali di ferro, che tingono di rosso gli stagni e le torbiere. Le ardesie scavano i contrafforti dei rilievi.

Le isole, perle poggiate sul mare

Le coste bretoni sono le prime per numero di isole e arcipelaghi. La più grande è Belle-île (86 km2) seguita da Ouessant (18 km2) e Groix. I fondali marini sono composti da grossa ghiaia che serve da fondamenta a Sept-Iles (Sette isole), Bréhat, Callot, Cézembre. Distante un solo colpo di remo o nascosta dietro l’orizzonte, ogni isola rappresenta un eccezionale sito naturale.

Tagliate per durare

Granito, scisti e gres hanno fornito ai costruttori solidi materiali. I giacimenti di Kersantite (a Kersanton) e di pietra di Logonna (a Logonna-Daoulas) sono molto apprezzati.

Lo sapevate?

Una pietra a forma di croce, vero o falso?

La straordinaria Croisette de Bretagne è una pietra a forma di croce di Sant’Andrea. Di fama internazionale, si trova nei pressi di Coray e Scaër.

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com