Racconti e tradizioni orali

Parole che fanno sognare a occhi aperti

Incline al miracolo, la Bretagna ha sempre avuto un occhio di riguardo per i cantastorie. Le storie tramandate durante le calde veglie sono state raccolte con l'obiettivo di non dimenticare che il diavolo, l’ankou, le forze sovrannaturali o le pietre dotate di potere, esistono realmente. Ci sono luoghi che lo dimostrano! I racconti diventano nuovamente protagonisti durante serate o festival.

Foto 1 Racconti e tradizioni orali Foto 2 Racconti e tradizioni orali Foto 3 Racconti e tradizioni orali

Perché la storia abbia un seguito

Attorno al camino, i racconti si tramandano oralmente. Per non perderli, Théodore Hersart de la Villemarqué li riunisce nella raccolta Barzaz Breiz, pubblicata nel 1839. Anatole Le Braz, poeta, completerà il lavoro.

L’Ankou, un eroe familiare

I Bretoni hanno una certa familiarità con la morte. Lo dimostrano i riti e i richiami quotidiani. Durante la notte di Natale, i marinai morti in mare cantano nella Baie des Trépassés. Per la festa di Ognissanti, delle crêpes sono donate alle anime perse. La principale angoscia è incarnata (se così si può dire!) dall'Ankou. Scheletro incappucciato avvolto in un mantello, con una falce in mano montata al contrario, va alla ricerca di chi deve morire. Meglio non uscire quando si avverte il cigolio del suo carro.

È gigante, l'Huelgoat!

Non prestate ascolto ai geologi. Il chaos de Huelgoat, montagnette di rocce arrotondate attraversate dal fiume d'Argent, è stato creato da Gargantua. Il gigante, deluso dal pasto servito dagli abitanti, lancia loro enormi ciottoli dalla Côte du Léon.

Galeotto fu il menhir

A Plouër-sur-Rance, scivolare 7 volte di seguito su un menhir senza graffiarsi garantisce di trovare un fidanzato. A Carnac, le coppie che corrono intorno alla pietra di Kerderff aumentano la possibilità di avere un bambino. Altrove i menhir sarebbero dei miscredenti pietrificati.

Innumerevoli le serate dedicate al racconto!

Serate e festival abbondano negli ecomusei, nei caffè, nelle mediateche... Le passeggiate raccontate si moltiplicano. Tra i più importanti: il festival Paroles d’Hiver di Loudéac, Mythos a Rennes, quello della Bogue d’Or a Redon. Alcuni cantastorie, come Lucien Gourong, si sono guadagnati una certa notorietà.
 

Lo sapevate?

Come si fa a spostare 130 tonnellate?
A Huelgoat, potrete spostare un “sasso” di 130 tonnellate, la Roche Tremblante (roccia tremante), esercitando la semplice pressione del dito. Solo se riuscirete a trovate il punto magico!

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com