Castelli e fortificazioni

Una vista ben difesa!

 Ambita dagli spagnoli, dagli inglesi, dai duchi rivali, la Bretagna si è difesa erigendo bastioni, fortezze e castelli. Si tratta spesso di luoghi magnifici, come a Cap Fréhel o a Camaret, poiché è lì che si trovano le migliori postazioni per l'osservazione! Queste costruzioni sono ormai pacificamente assalite dai turisti. Meta preferita: la città-chiusa di Concarneau.

Foto 1 Castelli e fortificazioni Foto 2 Castelli e fortificazioni Foto 3 Castelli e fortificazioni Foto 4 Castelli e fortificazioni Foto 5 Castelli e fortificazioni Foto 6 Castelli e fortificazioni Foto 7 Castelli e fortificazioni

Ai tempi dei cavalieri

L’architettura militare si sviluppa nei secoli XIV e XV. Alcuni castelli affrontano il regno di Francia nelle zone di confine dell'Est a Fougères, Vitré. Sulla striscia litorale, Dinan, St Malo e Vannes si nascondono dietro ai bastioni costellati da torri e porte. Con il tempo, questa cinta muraria rivela un altro aspetto positivo: preserva le case a graticcio che si trovano al suo interno. Su un isolotto di Concarneau, una stupenda città-chiusa esce dall'acqua, avvolgendosi attorno a una rete di vicoli. Vicino a Cap Fréhel, lo spettacolare Forte la Latte mostra il suo torrione a 60 m sopra il livello del mare. Per raggiungere il cammino di ronda che mostra tutta la Côte d’Emeraude (Costa di Smeraldo), è necessario superare due crepacci su ponti levatoi. Tra la palude e la spiaggia vicino a Vannes, Suscinio mostra il suo maestoso profilo; quando i conflitti si placarono, divenne la residenza dei Duchi e di Anna di Bretagna.

La vita dei castelli

Lo stile gotico fiammeggiante e un finto cammino di ronda traforato, conferiscono splendore al Castello di Josselin, costruito all'inizio del XVI secolo. In seguito, il Rinascimento darà la sua impronta a castelli e manieri, con dislivelli e finestre a colonne. Poi tornerà un certo rigore, di tipo militare, percepibile anche nella zona di Saint-Malo.

Grazie Vauban!

Sotto il regno di Luigi XIV, Vauban lavora moltissimo! A lui si deve il castello di Taureau, ancorato nella Baia di Morlaix, ed è anche l'autore di una serie di fortificazioni che proteggono la rada di Brest nella penisola di Crozon. Va ricordata soprattutto la rosseggiante Tour Vauban, a Camaret, classificata nel patrimonio mondiale dell’Unesco. La cittadella di Port-Louis, concepita dagli spagnoli e rielaborata da un gruppo di discepoli di Vauban, veglia su Lorient, mentre con le sue strade scoscese e i suoi bastioni, la cittadella di Belle-Ile è una delle testimonianze più belle dell'architettura militare.

Lo sapevate?

Cosa fare del cemento militare?

Nel XX secolo, il Vallo Atlantico e le basi sottomarine cementificarono la costa. A Lorient e a St Nazaire, gli alveoli dei sommergibili si convertono dunque in laboratori, luoghi culturali, musei...