10 buone idee sui piaceri del palato

Scoprire la Bretagna significa anche risvegliare le proprie papille e assaporare le specialità gastronomiche regionali. Lasciatevi sedurre dalla freschezza dei frutti di mare e dai sapori dei prodotti del territorio!

Foto 1 10 buone idee sui piaceri del palato Foto 2 10 buone idee sui piaceri del palato Foto 3 10 buone idee sui piaceri del palato Foto 4 10 buone idee sui piaceri del palato Foto 5 10 buone idee sui piaceri del palato

Gustate la vera crêpe bretone

Preferite il grano saraceno o il frumento? Non potete assolutamente confondere una galette con una crêpe, o rischiate di entrare nel campo dei puristi dell'argomento! Per una corretta conoscenza al riguardo, entrate in una delle Crêperies Gourmandes, i veri esperti di questo simbolo bretone che vi faranno scoprire altri sapori oltre a quella "complète" o al "burro e zucchero". Non perdetevi l'annuale Fête de la Crêpe (Festa della Crêpe) a Gourin, il concorso mondiale in cui viene realizzata la crêpe più grande del mondo: record da battere, 98 cm!
Per saperne di più: Crêperies gourmandes 

Acquistate le ostriche dal produttore

Luogo ideale del gusto, Cancale e il suo delizioso porto di pescatori, è un luogo imperdibile per apprezzare le ostriche; potrete degustarle per la strada oppure portarle via in un cestino, scegliendo il sapore alla nocciola delle ostriche piatte o il sapore più iodato di quelle concave. Percorrerete tutto il litorale bretone alla ricerca dei grandi vitigni: Paimpol, Tréguier, Morlaix, Brest, Riec-sur-Belon, Etel, Quiberon, il Golfo di Morbihan, Le Croisic... e un piccolo giro lungo la Loira-Atlantica per il vino “gros plan nantais” che vi garantirà un abbinamento perfetto.
Per saperne di più: fattoria cancale marino

Sorseggiate una birra bretone molto fredda

Bianca, rossa o ambrata, la birra bretone è diventata nel corso degli anni un prodotto tipico che rievoca i profumi del territorio armoricano. A base di grano saraceno, alghe o acqua di mare, la birra bretone si declina e si degusta nei Cafés de Pays® che vi faranno apprezzare le bevande locali, da bere con moderazione ma senza esitazione, in un'atmosfera molto cordiale. Il sidro bretone renderà frizzanti i vostri pasti grazie a sapori sempre diversi che renderanno onore alla grandissima varietà di mele locali.
Per saperne di più: www.bierbreizh.info e www.terredecidre.com

Gustate le cozze DOC della Baia di Mont Saint Michel

Prima DOC del mare, la cozza di vivaio al largo di Vivier-sur-Mer si può gustare tra luglio e febbraio. Allevate su quei famosi pali di legno che si osservano con la bassa marea, le cozze di vivaio presentano una bella carne gialla dal gusto iodato e dagli accenti zuccherini, da degustare “alla marinara” o secondo le ricette più strane! Per conoscerne la storia e assaggiarla sul posto, salite a bordo del treno marino e del risto-mobile con vista a 360° sulla Baia.
Per saperne di più: www.moules-aoc.com  
Risto-mobile 360° sulla Baia www.decouvrirlabaie.com

Godetevi lo kouign-amann

Originario di Douarnenez, questo dolce dallo strano nome farà venire l'acquolina in bocca ai golosi. Prelibatezza a base di pasta di pane, burro e zucchero, composta da ingredienti semplici ma che necessita di un vero tocco magico perché, come si dice da queste parti "lo fa chi vuole, ci riesce solo chi può”. Affidatevi quindi ai fornai e ai pasticceri riuniti nell'associazione del “Vero kouign amann” per scoprire questa golosità celestiale.
Per saperne di più: il Kouign-amann di Douarnenez

Viziatevi con le fragole di Plougastel

Questo piccolo frutto rosso introdotto da Amédée-François Frezier di ritorno dal Cile ha stabilito la sua dimora sulla punta di Finistère nel 1716 ed è da allora divenuto un simbolo di eccellenza. Imboccate la “strada della fragola” per apprendere la storia di questo frutto delicato e delizioso e scoprite i i segreti della fabbricazione di prodotti a base di fragola. La seconda domenica di giugno venite a celebrare la Fête des fraises (Festa delle fragole) che offre da più di sessant'anni l'occasione di degustare, in musica, questo frutto.
Per saperne di più: http://musee-fraise.net

Entrate nel regno delle primizie di verdure

La "cintura dorata" di Léon è il paradiso delle colture orticole di Nord Finistère. Carciofi, cavolfiori, cipolle, patate, fagioli di Paimpol... convivono in questo immenso orto che offre una produzione destinata alle molte bancarelle dei mercati regionali e oltre. Percorrete i campi e scoprite come tutto è iniziato alla Maison des Johnnies (Casa dei venditori di cipolle) a Roscoff dove si rende onore alla cipolla rosa e al suo destino oltre Manica.
Per saperne di più: La Maison des Johnnies 

Provate la ricetta del "pot-au-feu bretone"

Il “Kig ha farz” (letteralmente carne e far, uno sformato tipico bretone a base di grano saraceno) è un piatto tradizionale originario di Finistère. Si tratta di una specie di pot-au-feu, composto da carne di maiale cucinata con verdure accompagnata dal "far". Quest'ultimo ha la particolarità di essere cotto in un sacchetto di tela. Come per molte ricette, ne esistono varie versioni a seconda delle famiglie o le località. Lasciatevi tentare da quella degli chef dei Restaurants du Terroir (Ristoranti del Territorio) che amano tramandare il patrimonio gastronomico bretone.
Per saperne di più: Restaurants du terroir (Ristoranti del Territorio)

Degustate molluschi e crostacei

Quando arriva in tavola il vassoio dei frutti di mare, potrete godere di tutte le delizie possibili: granchi, vongole, ostriche, lumache e chiocciole di mare, gamberetti, scampi, mandorle di mare, fasolari... Una bella fetta di pane croccante, burro salato, maionese e... tocca a voi! Inoltre è una grande fonte di vitamine e di oligoelementi: un concentrato di sapori e di energia da non perdere!

Lasciatevi tentare dalle caramelle al burro salato

Henri Leroux, cioccolatiere del Quiberon, ha perfezionato la ricetta di questo dolcetto che è un vero successo: caramelle al burro mezzo-sale al quale vengono aggiunte noci, nocciole e mandorle macinate: così è nato il CBS®, che ottiene nel 1980 il premio del “Meilleur bonbon de France” (Migliore caramella di Francia). Una ricetta spesso imitata però mai eguagliata, che ha visto nascere moltissime varianti da degustare come caramelle, glasse su crêpes e gelati o semplicemente al cucchiaio!

fans de Bretagne

Venite a condividere le vostre foto e testimonianze più belle con gli appassionati della Bretagna.

www.fans-della-bretagna.com