© Yannick Le Gal
Pontrieux La piccola "Venezia" del Trégor
Guarda il video

Pontrieux

Raccolta intorno alle sue due piazze, la piccola città caratteristica di Pontrieux si prolunga verso il porto di diporto, invitando a spingersi al largo verso Bréhat, Jersey o Guernesey. Con il suo viadotto e i suoi due ponti, la città è adatta per passeggiare sia di giorno che di sera, grazie a un sorprendente percorso luminoso che permette di scoprire i lavatori, le case a graticcio o in pietra, una fontana del XVIII secolo e una casa del XVI secolo soprannominata la “Tour Eiffel”.

La piccola "Venezia" del Trégor

Un’origine medioevale

All’inizio del XV secolo, dopo il sacco della fortezza di Châteaulin-sur-Trieux e del villaggio primitivo, a monte del sito sul quale sorge attualmente la città, gli abitanti costruiscono un nuovo villaggio sulle due rive del Trieux. Un primo ponte collega le rive dell’estuario. La città di Pont-Trieux è nata.

Sulla strada del Trégor e del Goëlo

Sito propizio al commercio, Pontrieux diventa anche il porto di Guingamp, ma perde la sua funzione di passaggio obbligato dopo la costruzione del ponte di Lézardrieux nel 1840. L’arrivo della ferrovia alla fine del XIX secolo permette lo sviluppo di un’attività industriale basata sul legname, il cartone e il lino. Questa produzione, spedita per via marittima in tutta Europa, dinamizza il porto nel quale le golette danesi e inglesi si affiancano a quelle in partenza per la pesca in Islanda.

La città dei cinquanta lavatoi

Sposando i meandri del fiumi, la città presenta ai visitatori due piazze triangolari collegate da un nastro di case alte. Dei cinquanta lavatoi che costeggiano il Trieux, molti sono di origine privata. Ogni famiglia borghese aveva il suo. Una maniera di proteggere la propria intimità. Per scoprirli sotto un’angolazione inedita, dotatevi di una barca elettrica, sia di giorno che di sera!

Da fare

Prendere il treno a vapore che porta fieramente i suoi ottant’anni  e collega Pontrieux a Paimpol. Un mezzo originale di scoprire l’estuario del Trieux con delle vedute panoramiche sul castello della Roche-Jagu, la foresta di Penhoat o il ponte di Lézardrieux.

Lo SAPEVATE?

Un train à vapeur, qui affiche fièrement ses quatre-vingts ans, relie Pontrieux à Paimpol. Une manière originale de découvrir l’estuaire du Trieux.

Da non perdere

  • Le case dal XVI al XIX secolo a graticcio e in pietra, la casa della “Tour Eiffel” (XVI secolo), fontana in granito (XVIII secolo)
  • 50 lavatoi fioriti e illuminati da scoprire in barca sia di giorno che di sera
  • Il percorso Luce
  • Il circuito degli artigiani d’arte
  • Il treno a vapore Pontrieux – Paimpol (scoperta dell’estuario del Trieux)

I dispositivi di visite guidate

  • Trenino turistico
  • Visita guidata in gruppo
  • Visita in battello

Informazioni e prenotazioni

Ufficio del turismo
Pontrieux Communauté


Contattateci

Vedere il sito internet (GB)

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti