Saint‑Nazaire La figure di prua dell'estuario
Guarda il video

Saint‑Nazaire

Saint-Nazaire seduce anche da lontano. La curva del suo ponte a sartie, con i suoi pali rossi e bianchi, addolcisce l’orizzonte. Immense gru e portici si ergono accanto a uno scafo che supera i caseggiati. Per fortuna, nonostante questo fascino fuori dal comune, la città resta calorosamente umana!

La figure di prua dell'estuario

Una storia a ondate!

Saint-Nazaire è la chiave di ingresso dell’estuario della Loira. Iniziò la sua avventura marittima diventando l’avamporto di Nantes durante la metà del XIX secolo. Qui si instaura il primo cantiere navale, e in seguito la città viene promossa capolinea per le Antille e il Messico. La vita è bella, le navi grandiose e le banchine sono esotiche. La storia però è in agguato: nel 1942 e nel 1943, i bombardamenti degli alleati, mirando alla base sottomarina tedesca, radono al suolo la città. Ricostruita, proseguirà la sua epopea industriale.

Il 4° porto francese

Saint-Nazaire è solo una parte del porto autonomo Atlantico che ospita 3.000 navi all’anno. Carichi e scarichi animano gli impianti, e all’ingresso dei bacini, la base sottomarina ha trovato una nuova applicazione. Dal tetto della fortezza si può ammirare tutto il porto: una terrazza ideale al tramonto! Al piano inferiore, nella cinta fortificata, il sottomarino Espadon vi immerge nel mondo degli abissi. Il gusto del mare aperto vi tenta? Imbarcatevi a Escal’Atlantic. Visitate cabine, sale macchine, timoneria… Una sorpresa concluderà la vostra traversata. Di notte, il sito portuale si illumina sotto le luci blu, verdi e rosse ideate da Yann Kersalé.

La culla dei giganti del mare

I Chantiers de l’Atlantique (Cantieri dell’Atlantico) hanno costruito centinaia di navi. Qui sono nati leggendari transatlantici come il Normandie, il France… La visita, affascinante, permette di apprezzare la grandezza del sito. Accompagnati da una guida, in pullman, seguirete la creazione di una nave, dal taglio degli scafi alle attività di rifinitura nel bacino di carenaggio.

Sotto l’acciaio, le spiagge

Il patrimonio industriale vi ha fatto venir voglia di prendere aria? Saint-Nazaire annovera 20 spiagge, la maggior parte delle quali costeggia il sentiero dei doganieri. Una di esse vi sembra familiare? È normale, Jacques Tati ha girato il film les Vacances de M. Hulot a Saint-Marc.

Lo sapevate?

Dov'è il professor Tournesol ?

In Sept Boules de cristal (Sette sfere di Cristallo), Tintin e il Capitano Arcibaldo Haddock cercano Tournesol sui dock di St-Nazaire. Vignette giganti di 4×3 m sono sparse per la città.

Preparate il vostro soggiorno

Come arrivarci / spostarsi

Come arrivare a Saint-Nazaire?

L’aeroporto di Nantes-Atlantique, situato a una sessantina di chilometri da Saint-Nazaire, è accessibile in TER o in bus. In treno, 13 collegamenti TGV sono garantiti giornalmente da Parigi-Montparnasse e collegano le due città in 2h34. In auto, contate 412 km da Bordeaux e 441 km da Parigi.

Spostarsi a Saint-Nazaire e nella sua regione

È piacevole passeggiare a Saint-Nazaire e approfittare del lungomare per vedere le imbarcazioni e le navi da crociera che escono dal porto. La città di Saint-Nazaire è inoltre ben servita dalla rete di bus Stran. Per spostarsi, biciclette classiche o a pedalata assistita sono disponibili a mezza giornata grazie a Vélycéo. Grazie alla rete di autobus Lila e ai TER, potete anche percorrere la  destinazione Loira Oceano e la Bretagna in tutta tranquillità.

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna