© Emmanuel Berthier
Imbarcarsi nei canali della BretagnaTutto per preparare una bellissima gita

Imbarcarsi nei canali della Bretagna

Lo sentite questo piccolo soffio di libertà che vi inebria improvvisamente all’idea di mollare gli ormeggi? Prima di lasciarvi trasportare e godervi i paesaggi del canale, completamente immersi nel paradiso verde della Bretagna, qualche consiglio per una navigazione serena!

Quando partire?

Potete navigare sulle vie d’acqua bretoni dall’inizio di aprile agli ultimi giorni di ottobre. Prima di partire, visto che il meteo a volte è un po’ bizzarro, non dimenticate di consultare gli avvisi per il trasporto fluviale – in linea di massima, il sito dedicato alle Vie navigabili della Bretagna è una miniera di informazioni.

Buona notizia: navigare sui canali bretoni è gratuito! non servono biglietti. Però, è vietato navigare di notte.

Con quale imbarcazione?

Possedete un’imbarcazione e volete essere certi che è adatta ai canali? Tutti i dati tecnici sono disponibili sul sito delle vie navigabili della Bretagna. Piccole imbarcazioni elettriche, mini yatch, pedalo, chiatte, barche, canoe… si incontra di tutto sull’acqua e anche i velieri sono i benvenuti! I porti di Redon o Dinan offrono infatti la possibilità di disalberare.

Noleggio un’imbarcazione

Imbarcazione abitabile per un’avventura fluviale di più giorni con la tribù, piccola imbarcazione elettrica facile da manovrare per una gita di qualche ora, i noleggiatori sono disponibili per farvi trovare l’imbarcazione adatta a voi, dal top standing alle più accessibili. Non serve la patente! Trovano il tempo di formarvi prima della partenza. E in alcuni casi vi propongono delle crociere solo andata – partite dal Morbihan, restituite le chiavi sull’Ille-et-Vilaine: un vero percorso itinerante. Forza, si parte…

Crociere fluviali

Astuzie

Oltre alla protezione solare e a dei cappellini, portate a bordo le biciclette: comodissime per la colazione, per una piccola incursione nell’entroterra o semplicemente per il piacere di una passeggiata sull’alzaia…

E le chiuse, come si attraversano?

Il transito attraverso le chiuse è gratuito e i guardiani delle chiuse sono lì per aiutarvi. Avvertiteli quando siete nelle vicinanze! Sono molto premurosi e vi faranno vivere un autentico momento di convivialità al momento del transito, compresi aiuto nella manovra e buoni consigli…

Attenzione: il servizio non è garantito dalle 12:30 alle 13:30; presentatevi sempre 15 min prima della chiusura. Gli orari precisi di navigazione nelle chiuse sono disponibili qui.

Le case dei guardiani delle chiuse

Presenza piacevole e ricca di fascino lungo i canali, molte di loro hanno iniziato una seconda vita e sono state riconvertite in cottage, bed & breakfast, ristoranti o atelier di artisti. La maggior parte propone servizi e attività che riguardano la pesca, l’escursionismo, la navigazione, il benessere… Bussate alle loro porte!

A quale velocità?

Sui canali, niente piloti di Formula 1! Prendiamocela comoda! Rispettare la velocità da 5 a 10 km/h permessa secondo la via d’acqua che si percorre, ne va della propria sicurezza e di quella altrui. Serve anche a limitare l’effetto causato dalle scie delle imbarcazioni sugli argini.

Carta dei comportamenti corretti da tenere

Percorrete ambienti naturali da tutelate, dovete quindi tenere dei comportamenti corretti: infatti comportamenti scorretti possono nuocere alla vita e alla riproduzione di alcune specie del luogo o, al contrario, farne proliferare altre.

  • Raccogliete e non usate buste di plastica
  • Non pescate niente inferiore alle taglie indicate (deroga concessa per le ciabatte!)
  • A bordo usate acqua senza detergente. Sapone nero o… evitate di lavare i piatti fino alla sosta successiva
  • Smaltite rifiuti e acque reflue unicamente nei punti indicati.

Vi piacerà anche

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti