© Alexandre Lamoureux
Risalite la strada del sale, da Redon a Croisic Tra terra e paludi, seguendo il corso del Vilaine
Idea soggiorno

Risalite la strada del sale, da Redon a Croisic

Dai magazzini del sale di Redon ai bacini delle paludi di Guérande, passando per La Roche-Bernard, antico luogo di scambi commerciali, seguite la pista “dell’oro bianco” bretone.

Suggerimento da effettuare in
3 giorni
Da 123
A PERSONA PER 3 G/2 N

Una rapida occhiata

Ecco un soggiorno che non manca certo di… sale! Quello raccolto nei bacini delle paludi saline di Guérande, in questo caso. Questo prezioso “oro bianco” un tempo veniva trasportato dal porto di Croisic fino ai magazzini di sale di Redon. Fate lo stesso percorso, a ritroso, seguendo il corso tranquillo del Vilaine. Durante il percorso fermatevi nella pittoresca città di La Roche-Bernard, antico porto di scambi commerciali all’epoca fiorente. E non dimenticate di assaggiare il sale di Guérande: il migliore! 

Passeggiate per Redon alla scoperta del vecchio porto e dei magazzini di sale

Iniziate la giornata… lì dove tutto ha avuto inizio: nell’abbazia benedettina di Saint-Sauveur de Redon. L’edificio, intorno al quale si è sviluppata la città portuale, ha svolto un ruolo importante nello sviluppo delle paludi saline di Guérande. Infatti, gran parte delle saline di Guérande un tempo appartenevano ai monaci benedettini. Osservate in particolare la torre romana dell’abbazia, con le piccole volte e colonne di gres rosso e di granito. Magnifica!

Scendete poi verso il Vilaine e trovate il tempo di passeggiare nel vecchio porto. Qui un tempo attraccavano i battelli che risalivano l’estuario, carichi di sale prodotto a Guérande.

Scoprite il lungofiume Duguay-Trouin e le belle dimore degli armatori, testimonianza di questo importante commercio. Come gli antichi magazzini di sale. Non esitate a visitarli!

  • Optate per una passeggiata insolita nel cuore di Redon: accessibile d’estate con una visita guidata, il sotterraneo dell’abbazia Saint-Sauveur sbocca ai piedi dei bastioni, quai Saint-Jacques.
  • E se raccoglieste la “Sfida dell’Oust”? Partendo da Redon, salite in bici e costeggiate, per una passeggiata-raid con la famiglia, il canale Nantes-Brest fino all’île aux Pies (dea maggio a settembre)..

Un transito per La Roche-Bernard, poi rotta su Guérande

Dopo una buona prima colazione, raggiungete La Roche-Bernard. Costruita su uno sperone di granito, questa “Petite cité de caractère” domina il Vilaine. Un fiume e una città che hanno visto transitare numerosi navi cariche di merci!

Percorrete i vecchi quartieri per scoprire a fondo questo passato commerciale. Passate soprattutto per rue de la Saulnerie, costeggiata da antichi magazzini di sale o depositi nei quali il barone di La Roche-Bernard conservava il sale che riceveva sotto forma di imposte. Dolcemente, arriverete al vecchio porto, dove sono ormeggiati alcuni vecchi velieri. Una bella flottiglia!

Nel pomeriggio, andate alla scoperta di Guérande, la città del sale per eccellenza. Prendetevi il tempo di passeggiare nella città dentro le mura, di visitare la collegiale. Un buon consiglio? Fate il giro della città dall’esterno per apprezzare meglio la bellezza dei bastioni.

  • Vasai, fabbricazione di perle artistiche, realizzazione di vetri artistici, filatore di vetro… Una decina di artigiani d’arte esercitano il loro talento nei vecchi quartieri di La Roche-Bernard. Osservateli all’opera, nei loro atelier.
  • Da aprile a ottobre, approfittate di una visita guidata di Guérande. Varie tematiche a scelta: la storia della città, il suo patrimonio nascosto, il campanile della collegiata… i bambini, invece, sono invitati alla caccia al tesoro del drago!

Nelle paludi saline, alla sorgente dell’oro bianco”

Questa mattina risalite alla sorgente dell’oro bianco: direzione le paludi saline!\ Per prima cosa fate una sosta alla Maison des paludiers: mostra, visita della salina e incontro con professionisti che vi aiuteranno a cogliere i segreti di una lavorazione millenaria. Visitate quindi i villaggi paludosi a Batz-sur-Mer: Kervalet, Trégaté, Kermoisan e Roffiat. Non perdetevi il Museo delle paludi saline!

Poi, rotta verso Le Croisic. Dopo l’interramento del tratto che privava Guérande di qualsiasi attività di trasporto, è da qui che il sale bretone iniziava il suo grande viaggio verso la Gran Bretagna e l’Europa del nord.

Passeggiate sulle banchine del porto e nelle viuzze lastricate di questa Piccola città di carattere quasi insulare. Numerose case a graticcio, dimore private di granito le conferiscono una scenografia da film… d’epoca!

  • Di fronte alla punta di Pen Bron, il porto del Croisic segna l’entrata del Grand Traict, porta d’ingresso dal mare verso i bacini delle paludi saline di Guérande.
  • Per coloro che amano il mare, da maggio a settembre, Le Galipétant assicura la traversata tra la punta di Pen Bron e Le Croisic e escursioni in barca nel traict!

Da fare

  • Meravigliarsi davanti al mosaico di forme e colori delle paludi saline di Guérande e incontrare i salinai, eredi e guardiani di questo patrimonio fragile e sensibile.
  • Seguire le rive boscose del Vilaine, da Redon a Croisic. Godere, dal sito roccioso di La Roche-Bernard, di un panorama mozzafiato sul fiume Ancora più bello al tramonto!

Scarica il promemoria di viaggio

Tutte le informazioni del sito e molto di più in un pdf.

3 giorni / 2 notti Da aprile a settembre
Idea soggiorno stimata (per adulto, in camera doppia) 123 €

il prezzo indicativo include: pernottamento presso l’hotel Chandouineau (Redon) e l’hotel des Quatres Saisons (Guérande) con prima colazione, visita guidata di Guérande, visita della Maison des Paludiers.

Attenzione: I giorni e gli orari di apertura / disponibilità possono variare a seconda dei siti indicati e del periodo scelto. Non dimenticate di prendere informazioni.

Scopri le altre idee soggiorno

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti