© L'oeil de Paco

20 buoni motivi per venire in Bretagna nel 2020

Che novità dai bretoni?

20 buoni motivi per venire in Bretagna nel 2020

Festival, ristoranti, cinema, esposizioni, luoghi reinventati… Ecco in anteprima una piccola anticipazione di tutto ciò che ci spingerà a visitare la Bretagna nel 2020!

festival-des-vieilles-charrues-emmanuel-berthier.jpg© Emmanuel Berthier

Brest 2020, Feste marittime internazionali

Questo evento si svolge ogni 4 anni, non perdete questa opportunità: dal 10 al 16 luglio, una flottiglia di oltre 1.000 imbarcazioni converge verso Brest – l’occasione giusta per visitare le navi più belle del mondo e conoscere la diversità delle culture marittime del globo, il tutto in un’atmosfera musicale e festiva!

Dove dormire: Hôtel le Vauban

In confidenza: Con Brest, ha reso omaggio alla sua città natale nella maniera più bella possibile. Miossec nel 2020 prende spunto da A la ligne, il racconto shock di Joseph Pontus sui sogni e le sofferenze di un operaio interinale in Bretagna (Grand Prix RTL/Lire 2019)  e ne fa un adattamento musicale e scenico, in tournée a partire da marzo.

Rennes, un mondo a Parr

“Ice-cream balneare, pancia bianca all’aria, capelli blu, nonnina…”. Non c’è bisogno di essere fan di Delerm per lasciarsi sorprendere, in una retrospettiva esclusiva al FRAC di Rennes dal 16 maggio al 4 ottobre, da THE british photographe. Con il suo sguardo pungente e ironico sul mondo attuale, insegue il fuori campo, il consumo di massa, è kitsch, grottesco e emozionante.

Dove dormire : Hôtel et spa Le Saint-Antoine

Coltiviamo lo spirito familiare

Primo piano sulla Bretagna e la settima arte: il 29 gennaio, non perdetevi l’uscita nelle sale di L’Esprit de Famille, di Eric Besnard. Una commedia nella quale al fianco di François Berléand, Josiane Balasko e Isabelle Carré, Guillaume de Tonquédec interpreta Alexandre, unico a poter vedere e udire suo padre scomparso di recente… Le riprese si sono svolte nel Morbihan (Erdeven, Auray, Arradon, Locmariaquer) e nel Finistère (Quimper).

Assaggia le mie ostriche

Alla regina delle ostriche, quella di Cancale… e non solo nei mesi con la “r”! Già Luigi XIV andava pazzo per loro; l’allevamento di ostriche di Cancale a novembre è stato inserito nell’inventario nazionale del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. Allevate in mare aperto, smosse dalle maree della baia di Mont-Saint-Michel, con un lieve sapore iodato e di nocciola da impazzire, al top con un pezzetto di pane di segale con burro salato… Ne condividiamo un cestino?

Dove dormire : Les grands gîtes à Cancale

 

Collezione Pinault a Rennes: il ritorno!

Due anni dopo il successo della mostra “Debout !” Rennes ci riprova: dal 25 giugno al 13 settembre ospiterà una raccolta di opere della Collezione François Pinault, la maggior parte delle quali mai esposta in Francia. Una mostra sul tema del bianco e nero, in omaggio alla Bretagna e al Convento dei Giacobini. Imperdibile, ovviamente.

Dove dormire : Balthazar

 

    Con lo sguardo rivolto verso il mare aperto, i gabbiani e le stelle, nel 2020 regaliamoci una vista imperdibile e una cornice da sogno!

 

Questa sera, si dorme al faro

Rotta verso ovest sull’Aber Wrac’h e Plouguerneau: al largo vi attende l’Ile Vierge, piccolo angolo di paradiso con pini marittimi e acque turchesi. Con un colpo di bacchetta magica, l’antico faro, torre quadrata alta 33 metri, si è trasformato in un alloggio patrimoniale con dieci posti letto – inaugurazione prevista a giugno. Per far parte degli happy few, bisogna prenotare in fretta!

Con Dufy a Quimper, è amore a prima vista

Anni folli, amore folle: al Museo delle Belle arti di Quimper, tutto è passione, piacere e gioia di vivere! Raoul Dufy apre le danze fino al 4 maggio – 300 opere illustrano i soggetti preferiti di questo artista eclettico. Il mare, le regate, la musica e la festa affascinano, come le sue collaborazioni con scenografi e grandi stilisti dell’epoca. A partire dal 19 giugno fino al 21 settembre, intimità e creazione entrano in scena: flash back sulla Parigi delle avanguardie e le sue coppie emblematiche, quella delle muse e dei pittori, delle ballerine e degli scrittori, dei fotografi e degli scultori… Il museo è una festa!

Dove dormire : Hôtel Ginkgo

Roof & Origines: a Rennes, spuntino e arrampicata in modalità alternativa

Il primo si è installato nell’antico Hôtel-Dieu, il secondo si scala su di giri e ci si ristora nel terzo, con una cucina versione bistrot locale e bio… L’arte di vivere alla bretone, festosa e conviviale, completamente reinventata in un sito unico: venite anche voi a gustare questo allegro mix! Senza dubbio adorerete l’iniziazione alla scalata o allo yoga prima di un brunch, per non parlare delle birre prodotte sul posto o della siesta sulle sdraie…

The Roof a Rennes

Dove dormire : Le Magic Hall

Bagno di giovinezza all’Hotel de la Plage

È un emblema del turismo della costa del Tregor, un’istituzione che ha recitato il ruolo della Bella addormentata per anni: ecco qui, l’’Hotel de la Plage di St-Michel-en Grève rinasce dalle sue ceneri! E fa le cose per bene: brasserie con vista mozzafiato sulla baia, balneoterapia della Spa anch’essa in modalità vista panoramica sul mare, un ristorante gastronomico e 19 camere accoglienti attese per la primavera… Precipitatevi in un autentico luogo di vita conviviale, rilassato e familiare!

Hôtel de la plage

Chi vede Ouessant

È l’isola dei fari, la terra lussureggiante disseminata di ginestroni e di brughiera, ottocento abitanti in inverno, una natura immensa al centro del mare d’Iroise: si sta veramente bene a Ouessant, sentinella in capo al mondo! Ultra-connessi… a sé stessi e agli altri, si indugia nell’hotel ristorante Roc’h ar mor che si è rifatto il look la scorsa primavera. Abbiamo visto rivivere l’Eskal, luogo culturale e di vita frequentato da Yann Tiersen – Portrait, il suo doppio album uscito a dicembre, è stato registrato qui. E si ammira la torre radar dello Stiff disegnata da Jean Prouvé, uno dei maestri della modernità a fianco di Charlotte Perriand. Così lontana, così vicina, Ouessant non finisce mai di far parlare di sé…

Dove dormire : Hôtel Le Roc’h Ar Mor

In confidenza: per entrare nell’atmosfera, ci si può immergere nel racconto di Gwenaëlle Abolivier, “Tu m’avais dit Ouessant” pubblicato a ottobre (Editions Le Mot et le Reste)

    Tornare all’essenziale, riprendere fiato… Nel 2020 si vive più intensamente, più vicini agli elementi.

Art Rock riapre bottega

Sono appena stati resi noti i primi nomi per l’edizione 2020 di Art Rock in pieno centro di Saint-Brieuc, il 29, 30 e 31 maggio. IAM, Philippe Katerine, Izïa, Etienne de Crécy: promettente, dal punto di vista festival musicale… Ma Art Rock è molto più di un pugno di grandi nomi. È il colpo di fulmine assicurato per i talenti meno noti, un autentico melting pot nel quale si incontrano la danza, le arti digitali, plastiche, culinarie e l’arte di strada, il tutto in un’atmosfera conviviale unica…  Tuffiamoci a testa bassa nel fervore primaverile di Art Rock!

Dove dormire : Hôtel Edgar

Wave Games a La Torche: show prima di tutto, show!

Attenzione, evento per tutti gli appassionati di sport acquatici: i Wave Games sono tornati! Per il tempo di una gara, dal 17 al 25 ottobre, il fior fiore  degli sportivi francesi e internazionali di surf, windsurf, paddle e kite si riuniscono a La Torche, uno dei migliori spot al mondo per le gare e lo show. Solo celebrità, con acrobazie veloci, aeree, una più sorprendente dell’altra vi attendono: luogo mitico, superba organizzazione, una competizione con una qualità top!

Wave games

Dove dormire : Villas Héol

Esultate… il Festival interceltico di Lorient compie 50 anni

Con gli anni sulle spalle ma sempre con la voglia di far festa, il Festival interceltico si svolgerà a Lorient dal 7 al 16 agosto. Quest’anno mette in primo piano la terra che l’ha visto nascere e crescere a furia di cultura: la Bretagna! Seguite la Grande parata delle nazioni celtiche, vivete la Notte interceltica dello Stade du Moustoir e partite all’assalto della cittadella della Compagnia delle Indie!

Dove dormire : Hôtel Les Rives du Ter

Oceani – maxi Brest of

Solcare le vaste distese salate senza lasciare la terra ferma? È la sfida proposta dalla metropoli di Brest. Océanopolis festeggia i suoi 30 anni e per l’occasione il parco di scoperta degli oceani unico in Europa ha ordinato il sole (con l’installazione di una corsia a forma di eruzione solare e 1.540 m² di pannelli fotovoltaici). Negli Ateliers des Capucins, c’è sempre movimento: a giugno apre 70.8, spazio ludico e scientifico dedicato all’innovazione marittima – 70.8 è la percentuale degli oceani sulla terra, come avrete sicuramente capito.

Dove dormire : Hôtel le Vauban

Le pietanze del mio Mulino

A tavola! Interamente rinnovato in versione accogliente, il Moulin de Rosmadec ha riaperto lo scorso anno a Pont-Aven, dopo sei mesi di lavori. Con la sua vista mozzafiato sull’Aven, offre prodotti essenzialmente locali. Specialità della casa: l’oursinade di astici alle spezie tandoori, indivia e corallo di riccio di mare. Da far venire l’acquolina (salata) in bocca…

Dove dormire : Castel Braz

In confidenza: visita obbligata a seguire nella città nella quale Gauguin ha forgiato il suo stile: al museo interamente accessibile, con le sue 4.500 opere in collezione permanente, aspettando di scoprire il futuro centro di creazione e di esposizione dedicato agli artisti bretoni contemporanei.

    Disegnami una buona tavola! Nel 2020 la sorpresa, il piacere e il benessere passano anche per il piatto…

Notte stellata, se permettete, alla Maison Tiegezh

Una stella nel piatto, quattro sul cuscino: a Guer, alle porte della foresta di Brocéliande, lo chef stellato Baptiste Denieul – che è appena stato indicato da Gault et Millau come uno dei sei Grandi del futuro che contano in Francia – ha creato il suo piccolo hotel a 4 stelle. Cinque camere e una suite familiare, con spazio benessere e jacuzzi esterna, saranno un prolungamento magnifico degli eccezionali momenti passati a tavola…

Maison Tiegezh

È l’ora del trail runner!

Ve lo aspettavate in montagna? Ai primi fremiti della primavera, il trail, a sorpresa, si sposta nel cuore della Bretagna, in tre dipartimenti. L’interesse e la diversità dei sentieri, dei paesaggi locali, hanno spinto alla creazione di trenta percorsi, da 7 a 45 km, che si sta provvedendo a segnalare. Circuiti aperti su una Bretagna insospettabile, variegata, attrattiva e dal carattere ben temprato. L’allenamento assume un sapore nuovo nella Bretagna interna!

Destinazione trail nel cuore della Bretagna

Dove dormire : Alloggi insoliti di Quénécan

 

Cena sul divano davanti alla TV

Anche in questo caso sono stati girati degli episodi in Bretagna, questa volta per il piccolo schermo:  su France 3, non perdetevi la trasmissione dei due nuovi episodi della serie giallo Crimes parfaits, con Antoine Duléry, interamente girati a Vannes e nei dintorni. Su Arte, con il telefilm Claire Andrieux, Olivier Jahan riporta in vita i personaggi di Les Châteaux de sable. Dal bel mondo al casting: Thomas VDB, Emma de Caunes, Yannick Rénier e Michel Vuillermoz della Comédie-Française…

Saraceno mania

Lui è il “Bocuse de la galette”! Bertrand Larcher, il fondatore dei Breizh Cafés di Cancale, Saint-Malo, Parigi e Tokyo, a maggio apre la Maison du Sarrasin a Fougères. Un luogo conviviale unico dove gustare in tutte le sue forme e quando ce ne viene voglia il “grano nero”, questo spicchio del patrimonio bretone certificato senza glutine: sotto forma di gelato artigianale bio e a filiera breve, di crepe e gallette ovviamente, da accompagnare con il piccolo “caffè” Cataldi, eletto miglior torrefattore francese… Sarà anche disponibile una linea di prodotti di drogheria prelibati esclusiva.

Breizh café

Dove dormire : Château du Bois Guy

E la prova che bisogna sbrigarsi… è che avrete perso un’opportunità: Céline approda ai Vieilles Charrues!

Il festival dei Vieilles Charrues assumerà i toni di Coachella: la cantante emblematica del Quebec farà tappa a Carhaix, il 16 luglio, con la sua tournée “Courage World Tour” e farà danzare i partecipanti al festival al ritmo della sua musica!

VI PIACERÀ ANCHE

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti