© Yannick Le Gal
La Bretagna, una natura tutelata

La Bretagna, una natura tutelata

Esistono luoghi sulla terra nei quali il patrimonio naturale riveste un valore eccezionale. Grazie alla sua sorprendente biodiversità, alla potenza dei suoi paesaggi (penisola continentale nell’oceano, mosaico di ambienti uniti tra terra e mere), la Bretagna è uno di questi! Unico, questo patrimonio naturale è anche fragile, per questo motivo, a diversi livelli, le politiche pubbliche sono impegnate nel tutelarlo. Alcune zone sono chiaramente identificate; vi si protegge l’habitat, la sopravvivenza delle specie animali e vegetali. Contenere la perdita di biodiversità, preparare il futuro, garantire uno sviluppo sostenibile: con creatività, solidarietà, la Bretagna si scopre e si protegge. Scopritela nei suoi spazi completamente naturali.


3 “Grandi siti di Francia” in Bretagna

Belli da asciare senza fiato, molto conosciuti, molto amati: vi presentiamo i Grandi siti di Francia, marchio assegnato dallo Stato a 19 luoghi che sono anche fortemente impegnati in un percorso di qualità, sostenibilità, nel rispetto dello spirito dei luoghi. In Bretagna, questo riconoscimento è stato assegnato a tre siti: la Pointe du Raz, le dune selvagge da Gâvres a Quiberon e, ultimo, quello di Cap Fréhel gemellato con quello di Erquy…
Vi ci portiamo!


Le riserve naturali della Bretagna

Vere e proprie riserve di biodiversità che partecipano a una gestione sostenibile delle risorse e a una migliore conoscenza scientifica degli ecosistemi, e anche scuole di vita… ecco le riserve naturali. A gestione statale e regionale in tutta la Francia con l’appoggio di partner, conoscente senza dubbio la più antica. Quella di Les Sept-Iles, creata in Bretagna nel 1912 per proteggere la pulcinella di mare… Imparate a conoscere questi spazi unici, tanto ricchi quanto fragili.


I siti naturali protetti dal Conservatorio del litorale

Sapevate che il Conservatorio del litorale protegge 750 siti di coste e rive lacustri in Francia, 130 dei quali in Bretagna? Il suo obiettivo è di acquisire e allestire i terreni del litorale per impedire che vengano edificati e evitarne l’artificializzazione e fare in modo che anche il loro patrimonio culturale sia protetto. Grazie a ciò, siti come la Pointe du Raz o la Costa di granito rosa continuano a appartenere a tutti e tutti possono scoprirne le ricchezze.

I siti bretoni del Conservatorio


Le aree “Natura 2000” in Bretagna

Natura 2000 è il nome di un programma di tutela della biodiversità attuato dall’Unione europea. I siti, terrestri o marini, sono scelti per la loro ricchezza ecologica; l’idea è che costituiscano una rete di spazi naturali che contribuisca a tutelare gli habitat e le specie d’interesse comunitario. In Bretagna si contano 83 siti Natura 2000 una trentina dei quali consacrati alla protezione speciale degli uccelli.

Le aree “Natura 2000” in Bretagna


Una riserva di biosfera Unesco

Emanazione delle Nazioni Unite, l’UNESCO ha riconosciuto, un po’ ovunque nel mondo, un certo numero di aree protette, di siti modello con un elevato valore ecologico che coniugano conservazione della biodiversità e sviluppo sostenibile: le riserve di biosfera.  Si tratta di una specie di aree test nelle quali studiare la sussistenza delle popolazioni a lungo termine; si tratta di dimostrare che l’uomo può utilizzare la biodiversità senza distruggerla. In Bretagna, nel cuore del parco naturale regionale di Armorique, tre isole abitate del Mare d’Iroise sono classificate riserve di biosfera: Sein, Ouessant e anche Molène e il suo arcipelago.

Saperne di più

Vi piacerà anche

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti