© Musat – iStockphoto
Saint‑BrieucAl centro di una baia naturalmente bella
Guarda il video

Saint‑Brieuc

Con la Pointe du Roselier come vedetta, la Baia di Saint-Brieuc svela una seducente scollatura tra mare e terra, fino al porto del Légué, pista di lancio verso la città storica. Attorno alla città, scogliere, cale, dune e lande si susseguono esercitando il loro fascino naturale, nautico e caloroso!

Un patrimonio di granito e case a graticcio

Nel centro città, dimore di pietra e case a graticcio intorno alla cattedrale fortezza rivaleggiano in fascino. L’hotel du Ribault rivendica il suo titolo di casa più antica della città. Il suo pignone si affaccia sulla strada lastricata dal 15° secolo. Altre case a colombage, erette tra il 15° e il 17° secolo si riuniscono a Place Louis Guilloux. Passeggiando tra le strade avrete molte sorprese : dall’Art Déco con le sue facciate in mosaico degli anni 1930 firmati Odorico alla Street Art, che ricopre intere facciate. Per scoprire le grandi dimore degli armatori e avere la fortuna di intravedere il Grand Léjon, vecchio trabaccolo, bisogna arrivare al Port du Légué, “porta d’ingresso” sulla baia.

Un cammino sopra i flutti

Sulle banchine, la voglia di prendere il largo si fa pressante. Il “sentier des douaniers” (GR34) è a strapiombo sul mare e svela paesaggi vari e autentici. Il percorso si fa tonico – da tutti i punti di vista – sulle falesie, dalla punta del Bec de Vir a Tréveneuc alla punta di Les Guettes a Hillion, passando per la Béchue a Pordic. Infondendo una dolce serenità, le dune di Bon Abri, l’insenatura di Martin-Plage o la lunga spiaggia dei Rosaires sono bagnate da acque turchesi.

Luoghi pieni di vita e accattivanti

Nella baia si cammina sull’acqua… con la bassa marea. Il mare si ritira per oltre 7 km, liberando una zona di litorale formicolante di vita, perfetto per la pesca a piedi. Su questi affascinanti fondi, alcuni campi di pali di legno appaiono sulla Pointe des Guettes. Si tratta del parco di allevamento delle cozze. Tra pascoli inondati periodicamente sul mare, rocce e sabbia, una fauna e una flora tipiche prosperano in tutta tranquillità. 112 specie di uccelli si fanno osservare nella riserva naturale, la più grande della Bretagna. Situata su un promontorio a Hillion, la Maison de la Baie presenta le ricchezze di questo luogo.

Terra in vista!

Per cambiare paesaggio, sentieri per escursioni a piedi e in mountain bike si inoltrano nella campagna. Per una passeggiata all’ombra, la Valle di Vau Madec si estende fino al litorale. Dal verde muschio a blu oltremare, dagli odori del sottobosco alla brezza iodata, tutti i sensi verranno soddisfatti. Nel cuore della campagna, a pochi minuti da Quintin, Petite Cité de Caractère®, la passeggiata della valle dei Peupliers vi conduce al castello della Noé Sèche mentre quella della Lande de Lanfains vi offre bei panorami. Appassionati delle uscite in bici? I 250 km di stradine e strade verdi con il marchio Vélomaritime®, sono dedicate a voi.

Territori conviviali sotto il segno della conchiglia

Dopo le attività, i tuffi e le virate tra terra e mare, occorre fare una confortevole sosta. Siete nel posto giusto, perché Saint-Brieuc pullula di graziose terrazze e di luoghi saporiti. Chef stellati, talenti rinomati e creperie celebrano le produzioni locali. Al primo posto, troviamo la capasanta, gioiello madreperlato della Baia. Dei piaceri da scoprire e da condividere!

Lo sapevate?

A Saint-Brieuc c’è movimento!

Ogni anno a Pentecoste, dal 1983, Art Rock sorprende ed entusiasma il pubblico con attori protagonisti, artisti emergenti e scoperte internazionali. Questo festival pluridisciplinare si combina al collettivo Rock’n Toques per inserire nel programma la gastronomia di strada.

Informazioni e prenotazioni

Ufficio del turismo Saint-Brieuc


Preparate il vostro soggiorno

Come arrivarci / spostarsi

Come arrivare a Saint-Brieuc?

Con la linea ad alta velocità, bastano ormai 2h15 per collegare Parigi-Montparnasse a Saint-Brieuc tramite TGV e solo 2h06 il venerdì sera (senza fermata a Rennes). In macchina, l’accesso tramite RN 12 (2×2 corsie senza pedaggio) si fa da Rennes in 1 ora. La stazione degli autobus di Saint-Brieuc è servita dalle autolinee su lunghe distanze Isilines, Flixbus e Ouibus.

Spostarsi a Saint-Brieuc e nella sua regione

Saint-Brieuc ha una buona rete di bus, la TUB, che consente di girare tutto l’agglomerato urbano. In estate, potrete raggiungere facilmente le spiagge grazie alle navette Breizhgo che collegano le località balneari di Binic-Etables-sur-mer, Saint-Quay-Portrieux e la Piccola Città di Carattere di Quintin. Per scoprire un po’ di più le Côtes d’Armor, queste vi conducono a Paimpol o al cap Fréhel in tutta tranquillità.

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna