© Alaska Brocante
Dei negozi di anticaglie diversi da tutti gli altri4 indirizzi dove andare in cerca di anticaglie, bighellonare, degustare, sostare in Bretagna

Dei negozi di anticaglie diversi da tutti gli altri

Entrare in un negozio di anticaglie è come salire nella soffitta di una casa di famiglia; è intraprendere un viaggio in un luogo nel quale gli oggetti parlano, nel quale i mobili raccontano delle storie. Quindi, se avete voglia di luoghi che somigliano solo a loro stessi, luoghi forgiati dalla personalità del loro proprietario, visitate questi indirizzi. Ibridi, mescolano al piacere della ricerca di anticaglie quello di una pausa rinfrescante o golosa o di un soggiorno in un ambiento pieno di sorprese. Un must per edonisti curiosi!

Atmosfera XX secolo per una sosta alla ricerca di anticaglie e golosa

Alaska Brocante – Rennes, 14, rue Dupont des Loges

Un’ex concessionaria Peugeot dell’inizio del XX secolo, soffitti alti decorati con modanature e teste di leone in stucco, un terrazzo d’Odorico sul pavimento… una cornice atipica e ricca di fascino per un ristorante-negozio di anticaglie aperto da tre vecchi amici. In questo spazio dedicato ai mobili e agli oggetti del XX secolo, potrete scovare il pezzo in formica che darà brio alla vostra cucina a un prezzo abbordabile, la lampada art déco che creerà atmosfera in salone o il pezzo emblematico di un noto designer. Il delizioso profumo dei dolci e dei piatti fatti in casa creati da Emilie invita a una pausa golosa. Luogo di vita, di incontro e di convivialità, Alaska Brocante organizza anche dei concerti, delle mostre, delle conferenze, dei laboratori e delle serate private. Tutti elementi per divenire degli habitué!

 

Alaska Brocante


A ciascuno la sua piccola madeleine di Proust

Un air de famille – Bécherel, 5 Place Alexandre Jéhanin

Tre scalini da salire e eccovi immersi in un’atmosfera gioiosamente regressiva. Stile anni ‘50, decorazione in finto marmo eredità delle riprese del film “Le fils du cordonnier”, barattoli di roudoudou e espositori di lecca-lecca Pierrot-Gourmand… un ritorno semplice all’infanzia. I piccini adoreranno lo scaffale con i libri per ragazzi degli anni ‘70-’80, i preadolescenti si contenderanno i vecchi bicchieri da mostarda decorati con gli eroi dei fumetti. Della sua precedente vita come maître d’hôtel nelle strutture di lusso, Stéphane ha conservato l’amore per il bel vasellame. A seconda del momento, scoverete piatti di maiolica d’ispirazione popolare o un servizio in porcellana di Limoges, graziosi bicchieri antichi e argenteria. Sono disponibili anche soprammobili e mobiletti. Per quanto riguarda le ghiottonerie, far bretone, crumble alle more o crostata alle noci fatti in casa saranno perfetti con una tazza di the. E per prolungare il soggiorno, provate una delle 5 camere gestite da Stéphane al Logis de la Filanderie.

Un air de famille


All’inseguimento del coniglio bianco

Le domaine des papeteries, Belle-île-en-terre, 2 allée des frères Vallée

Immaginate un’antica cartoleria, una casa padronale dalle imposte grigie nascosta al centro di una vallata, il canto degli uccelli, il fruscio delle foglie e il mormorio del Leguer… Dormirete nella camera Secrète, o nella suite di Lady Mond? E lì, se vi piace da morire il comò rococò o se la ringhiera delle scale vi strizza l’occhio, inutile resistere. Qui tutto è in vendita, dalla testiera del letto che ha cullato i vostri sogni alla tazza della prima colazione. Una sola costante: l’humour, la fantasia, la sorpresa! I più fanatici si lanceranno sul percorso delle collezioni. Una decina di luoghi lungo la tenuta che traboccano dei tesori accumulati. Al 1° piano scoprirete una stanza dedicata ai tessuti, un’altra ai gioielli e una terza ai lampadari. Il secondo piano è il regno delle cornici, delle scatole e dei mobiletti. Siete tentati dagli articoli in vetro? Dirigetevi nella dependance. Per il vasellame, dovete andare a rovistare nel pollaio.

Da notare: bisogna soggiornare nella tenuta per avere accesso alle anticaglie in vendita.

Domaine des papeteries


L’angolo dei poeti

Le Ch’ty Coz, Bulat-Pestivien, 1 place de l’école

Le Ch’ty Coz, è un po’ l’anima del villaggio. Un luogo nel quale potrete gustare una birra, acquistare un vasetto di miele bio locale e ovviamente lasciarvi tentare da un oggetto unico e insolito. Nel cortile, contro un muro di pietre leggermente sbieco, una collezione di innaffiatoi e di grandi bacinelle di zinco… Al primo piano, sopra il bar o nel granaio, una pila di valigie in vecchio cuoio giace accanto a mobili di lavoro, a una collezione di vecchi giocattoli o a vecchi vasi da farmacia. Emmanuelle ama giocare con i colori, creare delle atmosfere, far dialogare gli oggetti, mescolare materiali e epoche.. Ciascuno dei suoi oggetti racconta una storia, rivela un colpo di fulmine. Partite alla loro scoperta, lasciate correre la vostra immaginazione e uno di questi, è certo, vi parlerà!

Le Ch’ty Coz

VI PIACERÀ ANCHE

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti