© Clémentine Guillois
Ristoranti con prodotti locali al top!Dove mangiare buono e bretone

Ristoranti con prodotti locali al top!

Cucina 100% locale nel menu di questi ristoranti. Tutti privilegiano le filiere corte e esaltano i prodotti dell’orto, della fattoria e della pesca costiera in questi piatti sia gustosi che responsabili. Assaggiate la Bretagna… ne vorrete ancora!

restaurant-le-castel-ach-plouguerneau-crdit-olivier-dany-17retouche.jpgOLYMPUS DIGITAL CAMERA© Olivier Dany

“Impronta” di carbonio ridotta e cucina accurata a Vannes 

L’Empreinte (+ L’Amarré)

Baptiste, chef dell’Empreinte di Vannes, funziona a preferenze. Le sue preferenze vanno sempre ai “prodotti freschi” e che lui stesso ha selezionato. Presso i produttori in un perimetro di 30 km o al mercato di Vannes, due volte la settimana. Dietro ai fornelli, Baptiste lavora carne, pesce, verdure, erbe con molta premura. E con l’aggiunta di un pizzico d’audacia nel menu della sera. Minimalista, il menu cambia tutte le settimane. Il vino lo sceglie Marine e preferibilmente da coltivazione biodinamica. Appassionati di cucina di pesce? Lasciatevi tentare dalle ricette delicate dell’Amarré. Un ristorante con il marchio “restaurant de qualité”, assegnato dal Collège culinaire de France.

– L’Empreinte: A pranzo dal martedì al sabato menu da 25 a 35€; a cena, venerdì e sabato sera, menu da 40 a 50€

L’Empreinte L’Amarré


Un bistrot di curiosità marine a Rennes

Le Peska (+ Le Bercail)

Voglia di pesce, senza smancerie e a prezzi abbordabili a Rennes? Andate a Le Peska, nella conviviale rue de Saint-Malo! Triglia di fango dell’asta di Erquy, orata grigia di Quiberon, mitili selvatici di Roscoff… Questo “Bistrot di curiosità marine” predilige il pescato costiero e regolamentato. In menu, che cambia ogni giorno a seconda degli arrivi: un pesce intero, un filetto o un piatto di frutti di mare. Da degustare insieme a verdure delle campagne di Rennes o a un vino bio e naturale. Vicino al parco Thabor, al Bercail l’atmosfera è altrettanto rilassata. Un indirizzo bistronomico nel quale le risorse locali, di terra e di mare, ispirano una cucina creativa e colorata.

– Le Peska: menu a 15 € (pesce del giorno e dessert della casa); secondo da 15 a 19 €; stuzzichini di mare a partire da 5 €

– Le Bercail: secondo a 16 €; menu fisso pranzo da 19 € e 24€; menu cena a 43 € e 56 €

Le Peska Le Bercail


Missione “Zero rifiuti”  a Lorient

Le Code Ø  (+ Le Pesk)

Obiettivo zero rifiuti per il nuovo caffè ristorante Code Ø, a Lorient. Con un grazioso arredamento fatto di oggetti di recupero e di anticaglie, succo di stagione, pasticceria della casa e, a ora di pranzo, una ristorazione veloce “snack chic”. Bruschetta, insalata, pesce o gratin sono realizzati con prodotti della regione di Lorient. Dalle mondature delle verdure ai tovaglioli in tessuto, da Code Ø, tutto è riutilizzabile, o quasi. Andate di fretta? Optate per la formula da asporto… in un contenitore di vetro a rendere. Un altro indirizzo carino da provare, Le Pesk. Il suo concept: pesce marinato e carne confit in ciotola, tendenza “poke bowl” alla bretone.

– Code Ø, piatto del giorno a 9,5 €, bruschetta a 8,5 €, insalata a 7,5 € / dolce a partire da 1,5 €.

– Le Pesk , formula bowl + dessert + caffè a 15,40 €

Code Ø Pesk


Prodotti bretoni con un tocco d’Oriente a Saint-Malo

Le Texture

Sgombro al saké, sushi di barbabietole rosse, guancia di manzo e cremoso di carote al wasabi… Kevin Lépine, lo chef del Texture a Saint-Malo, ama dare accenti asiatici ai sapori bretoni, sia di terra che di mare. Nella parte vecchia della città, il Texture è un “due in uno”, ristorante e wine bar nello stesso tempo. Il menu, rinnovato con cadenza regolare, conta sette piatti a base di prodotti (ultra) locali e di stagione, da assaggiare secondo varie formule. Nel bar, provate degli stuzzichini salati e dolci con l’accompagnamento di vini rossi e bianchi naturali. Il plus? Le bottiglie sono anche da asporto, al prezzo cantina.

Formula 3 piatti 33 €; 5 piatti 44 €; 7 piatti 64 € / Stuzzichini da 2 a 16 €

Texture


Bistronomia con i pedi in acqua, a Plouguerneau

Le Castel Ac’h

È scritto sul menu. David Foyer, chef del Castel Ac’h, a Lilia-Plouguerneau, non si accontenta di rifornirsi presso gli  allevatori di ostriche vicini, i pescatori d’Iroise o della Manica, le fattorie o gli allevatori del Finistère… Ci tiene anche a mettere in bella mostra il loro nome! Bistronomica, la sua cucina è fatta sia di pesci e crostacei che di carne del territorio. Le alghe, aggiunte in piccole quantità, sono diventate la sua firma. Fiori commestibili e erbe aromatiche non sono da meno, provengono dall’orto allestito dietro al ristorante. Da gustare sulla terrazza, con i pedi in acqua, o quasi.

Primo da 11,50 € a 15€; secondo terra e mare 22,50 €; dessert 7€ / menu da 29 € (2 portate) a 63€ (7 portate)

Le Castel Ac’h

Vi piacerà anche

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti