© Simon Bourcier

Dove osservare gli uccelli in Bretagna?

Sei punti di osservazione per uno spettacolo eccezionale

Dove osservare gli uccelli in Bretagna?

La Bretagna è un paradiso per gli ornitologi. Passaggio di uccelli migratori, volo di uccelli marini, balletti di piccoli trampolieri… Sul litorale e nelle riserve naturali, lo spettacolo è permanente. Ecco una selezione di siti adatti per le osservazioni più belle.

Sulla rotta degli uccelli migratori

A Ouessant

Posizionatevi su una roccia, con un binocolo puntato sull’oceano… Al largo di Ouessant, il passaggio di sule bassane, gazze marine o urie comuni è impressionante in alcune giornate da ottobre a aprile. Luogo perfetto per osservare gli uccelli migratori, l’isola è anche il feudo di numerosi uccelli marini. Ospita anche alcune coppie di fulmaro. Altre specie nidificano nelle falesie del litorale, dall’onnipresente scricciolo al più raro forapaglie macchiettato. In riva alle coste, i prati rasati costituiscono la dispensa preferita dei gracchi corallini. Nelle notti nebbiose, appuntamento sotto il faro del Créac’h. Attira nugoli di passeracei!

 

Ouessant un luogo privilegiato di osservazione ornitologica


Un paradiso per gli uccelli acquatici

Le paludi di Séné

530 ettari di terreni inondabili, di prati salmastri, di antiche saline, di praterie umide… Terreno di gioco sacro per gli uccelli acquatici! Sono state recensite fino a 200 specie nelle paludi di Séné, in fondo al Golfo del Morbihan. Cavalieri d’Italia, avocette, pettazzurri… vi nidificano regolarmente. Spatole, piovanelli con il lungo becco ricurvo o piri piri boscherecci vi compiono delle soste migratorie. In ogni stagione una bella sorpresa! Per osservare questa fauna, due possibilità: visita libera o guidata.

 

PNR Golfo del Morbihan


Un picco frequentato in inverno

Nella baia di Saint-Brieuc

In inverno, almeno 40.000 uccelli di 112 specie diverse frequentano la baia di Saint-Brieuc. Per la maggior parte si tratta di uccelli migratori che sostano qui per svernare o per una semplice sosta. Tra gli stanziali frequentatori abituali del luogo, citiamo la beccaccia di mare e numerosi passeracei come l’allodola, lo spioncello, il fanello… Quando si scopre, il litorale offre loro cibo in abbondanza. Con l’alta marea, le punte di Guettes e del Grouin sono perfette per osservare gli uccelli pelagici. In aria i grandi veleggiatori: sula bassana, berta, labbo… E sull’acqua, gli uccelli tuffatori: orco marino, smergo minore, gazza marina…

 

Riserva della baia di Saint-Brieuc

 


Il regno della sula bassana

L’arcipelago di Sept-îles

La sula bassana ha il proprio regno. L’arcipelago di Sept-Îles, in Côtes-d’Armor, è anche l’unico sito di nidificazione in Francia di questo elegante uccello dal bel piumaggio bianco. È presente insieme al pulcinella di mare, altrettanto emblematico ma ancora più raro da osservare. È possibile osservarli più da vicino in barca, partendo da Perros-Guirrec. Imbarcatevi con Denis a bordo del Saint Guirec per scoprire queste specie protette. Sulla costa, il granito di Castel Erek serve da rifugio alle beccacce di mare e a altri piccoli trampolieri. Più a ovest, grandi cormorani neri e sterne occupano gli isolotti della baia di Morlaix, un altro spot imperdibile del litorale nord bretone.

 

Riserva naturale di sept îles


Il riparo della cicogna

Le paludi di Brière

Piumaggio bianco, punta delle ali nera, zampe e becco rossi… La cicogna bianca non passa inosservata nella paludi di Brière. Dall’alto dei piloni elettrici dove nidificano, gode di una vista imperdibile sulle praterie inondate, suo ambiente prediletto. Pettazzurri, mignattino, salciaiola, spatola, tarabuso sono altre specie emblematiche che si riproducono nel parco naturale regionale di Brière. Otto percorsi segnalati permettono di osservare più da vicino la ricchezza ornitologica del sito. All’alba o a fine giornata, è meglio!

 

Osservazione degli uccelli al parco naturale regionale di Brière


Un nido di specie rare

Le Cap Sizun

Attenzione, uccelli rari! Tra le lande, i prati marittimi e le falesie della riserva di Cap-Sizun avrete le maggiori possibilità di osservare il corvo imperiale, il gracchio corallino o il falco pellegrino in Bretagna. Queste specie meravigliose vivono qui tutto l’anno. Ogni primavera, le alte falesie di granito servono da luogo di nidificazione agli uccelli d’alto mare, gabbiano tridattilo, uria comune, fulmaro o del litorale, cormorano dal ciuffo, gabbiano reale o gabbiano zafferano. Un sentiero vi permette di avvicinare questi uccelli occupati a covare le uova o allevare i loro piccoli. Siate discreti!

 

La riserva di Cap Sizun

Vi piacerà anche

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti