© Alexandre Lamoureux
10 idee facili da adottare per viaggiare in modo responsabile

10 idee facili da adottare per viaggiare in modo responsabile

La citazione è di Nicolas Bouvier, il celebre scrittore viaggiatore: “Il viaggio inizia dalla punta delle scarpe”. Avete in programma di mettere piede in Bretagna? È l’occasione giusta per sperimentare un altro modo di viaggiare. Più leggeri, senza eccedere né nei programmi né nell’impatto ambientale… perché anche in vacanza è possibile conciliare divertimento e rispetto dell’ambiente. Ve lo dimostriamo con 10 idee!

default-autre-copie.jpg

1. Attivate i piani B(retagna)

Scoprite le gioie dell’itinerario bis! Il piacere delle vacanze non è anche nel permettersi un passo di lato, nel prendere scorciatoie per gustare l’istante… ? Alcuni siti da non perdere come Concarneau, Pont-Aven o Rochefort-en-terre sono molto apprezzati, visitateli la mattina presto, saranno tutti per voi. Troppa gente alla punta del Raz? Correte alla bretone alla vicinissima punta del Van. Prendete i percorsi nei boschi, quelli vi guideranno lungo i canali, nel cuore dei parchi naturali regionali… Vi attendono delle pepite da scoprire. Una sola parola d’ordine: bighellonare e godersi l’uscita!


2. Viaggiate in periodi poco frequentati

I sentieri battuti, perfetto! Percorsi in periodi poco frequentati, lontani dalla folla, con panorami solo per sé, dai colori dell’estate indiana… quando è possibile, è ancora meglio! Non lo dite a nessuno: è in primavera o in autunno che la Costa di granito rosa è più bella, quando la paletta di colori si amplia. E l’arrivo su un’isola del Ponant dal mese di febbraio dà la sensazione di essere un privilegiato che passeggia con il viso al vento in una luce irreale. Fuori stagione, mezza stagione: se potete, programmate un soggiorno sotto il segno dell’autenticità e della tranquillità, sarà ancora più prezioso.


3. Gustate le specialità locali

Gustare le specialità del luogo. Sentire sotto la lingua sapori freschi e di stagione, gustarli. Le vostre vacanze hanno da questo momento un gusto unico, quello che racconterete entusiasti al rientro a casa. Vi diamo una dritta: il sito mangeons-local.bzh recensisce i produttori bretoni che vendono i prodotti al pubblico, e voilà, una spintarella all’economia locale! Privilegiate i prodotti della pesca sostenibile: l’applicazione PlanetOcéan vi semplifica la vita se volete consumare i prodotti ittici in maniera responsabile. Consigli, brevi ricette, una migliore conoscenza delle specie minacciate o gestire in maniera sostenibile… Chic planète!

Scoprite qui i ristoranti bretoni eco-responsabili

E i soggiorni in fattoria

Qui verrete accolti in modo conviviale: avete pensato a un soggiorno in fattoria? Dagli agricoltori delle reti Accueil Paysan e Bienvenue à la Ferme, siete i campioni della filiera breve! I pasti si condividono intorno a grandi tavoli, le notti piacevoli terminano con una prima colazione fatta in casa buona da morire e ricca di prodotti del posto: sciroppi, marmellate, succo di mela, verdure dell’orto… Senza dimenticare tutto l’aspetto pedagogico, per i bambini ma non solo! sulla condivisione delle competenze, il contatto con gli animali… Un aspetto indispensabile di un soggiorno responsabile!

Accueil paysan    Bienvenue à la Ferme


4. Scegliete una struttura ricettiva impegnata

Tra tutte le offerte disponibili in Bretagna, ci sono strutture impegnate a lavorare in maniera più ecologica. Riducendo il consumo di acqua e di energia, evitando i pesticidi nell’orto, producendo meno rifiuti e riciclandoli, ovviamente. Abbiamo selezionato un certo numero di queste offerta per voi. 

Orientarsi tra i vari marchi

Informazioni utili

Conoscete le piattaforme di prenotazione tipo FairTrip, guida collaborativa che referenzia indirizzi autentici e etici oppure Vaovert, piattaforma di prenotazione di strutture ricettive impegnate a favore dell’ambiente? Vi troverete professionisti bretoni impegnati. Considerate anche le agenzie di viaggio locali impegnate nel turismo responsabile come Kaouann Bretagne.


5. Privilegiate gli incontri

Il viaggio, è l’esperienza dell’incontro con l’altro. Non credete? Uscire dal proprio ambiente, incontrare coloro che vivono in Bretagna, uscire da sé stessi. Aprirsi alla natura circostante, all’imprevisto, con bretoni appassionati che sono sinceri nel loro impegno, nello spirito di condivisione.  In piccoli gruppi, adottare il loro quotidiano per il tempo di una ricetta, di un ballo, di un racconto, di una giornata sull’acqua, non essere da quel momento più gli stessi. Diventare anche un po’ bretone, un bretone di passaggio… Per vivere intensamente la Bretagna, date una sbirciatina alle Esperienze bretoni; fate affidamento anche sugli operatori dedicati all’educazione all’ambiente in Bretagna per instillare in grandi e piccini la voglia e il rispetto della natura.

Esperienze bretoni

Operatori dedicati all’educazione all’ambiente in Bretagna


6. Aprite gli occhi!

Conoscete il vecchio adagio secondo il quale le uniche tracce che si devono lasciare del proprio passaggio sono le impronte dei pedi? In Apache, non lasciate niente dietro di voi. Fare il giro della raccolta dei vegetali, disturbare gli animali, restare sui sentieri segnalati… ecco alcuni gesti semplici e cittadini per godersi le cose senza disturbare. Rispettare in latino significa “guardare indietro”… Quindi aprite gli occhi!

Carta dell’escursionista della FFRandonnée


7. Dimenticate l’auto

E se lasciaste l’auto in garage per raggiungere la Bretagna con i trasporti pubblici (treno, autobus, co-sharing)? Un’altra possibilità: scegliere di venire in aut, poi dimenticarla una volta sul posto. Per dimostrarvi che è possibile, ecco più di 25 suggerimenti per il week-end “senza auto” in tutta la Bretagna, potete anche optare pe un soggiorno chiavi in mano. E così, non dovete pensare più a nulla, solo a godervi il soggiorno… Cosa vi aspetta sul territorio per raccogliere questa piccola sfida? Un sentiero escursionistico a lunga percorrenza considerato un gioiello dai francesi, che fa il giro della costa. E una rete top di itinerari a piedi e in bicicletta, prime tra tutte piste ciclabili e vie verdi bretoni, che permettono di attraversare la Bretagna in lungo e in largo, anche per scoprirne le bellezze dell’entroterra…

Informazioni utili

La rete regionale di trasporti pubblici vi semplifica la vita! Scopritela sull’applicazione BreizhGo, che elenca tutti gli spostamenti in Bretagna in TER, bus, corriere e imbarcazioni. Il modo migliore di viaggiare, è sempre il nostro…

Muoversi in Bretagna


8. Per i gesti corretti… mantenete le vostre abitudini

In viaggio, rifiuti e imballaggi non vanno in vacanza. Fate come a casa, è l’unica routine che vi invitiamo a mantenere! Individuate i punti di raccolta, il bidone di compostaggio del camping. E durante le uscite portatevi una busta, differenzierete i rifiuti al rientro. Ma se oltre alla raccolta differenziata, si concordasse sul fatto che i rifiuti migliori sono quelli che non produciamo? Per limitare al massimo gli imballaggi, utilizzate borracce riutilizzabili, scatole ermetiche per organizzare un pic-nic con zero rifiuti (il proprietario della struttura sarà felice se glielo proponete!), tote bag per le compere al mercato. Ciò non impedisce di godersi le vacanze e, in più, le fa diventare più belle.

Gli ecologisti in vacanza

Anche in cottage, nella casa presa in affitto per le vacanze o anche in hotel potete agire in maniera semplicissima: avendo cura di non sprecare né inquinare l’acqua, ricordandovi di spegnere gli apparecchi elettrici e le luci di una stanza quando non ci siete, evitando di accendere il climatizzatore… o anche asciugando la biancheria al sole!

 


9. Portare con sé dei souvenir (veramente) locali

La mug o il piccolo magnete made in China, non avranno fatto un viaggio un po’ lungo per giungere fino a voi? E se questa volta sceglieste un souvenir che arriva da un po’ meno lontano, dal Pays Bigouden ad esempio e che inoltre racconta una bella storia? Qualcosa legato a un incontro, a un momento felice, fabbricato localmente. Un po’ più in linea con i momenti vissuti qui, in quel momento… In stile déco, goloso, gli artigiani e i produttori sono pieni di buone idee adatte a tutti i portafogli. Tutta un’altra cosa rispetto alla palla di neve!

Vi suggeriamo qualche idea: Cosa riportare dalla Bretagna?


10. Compensate le emissioni di carbonio

Siete stati diligenti tutto l’anno, arrivano le vacanze e patatrac: solo luoghi che prevedono l’uso di trasporti, avete l’impressione di aver distrutto i vostri sforzi. Niente panico! Per ammortizzare l’impatto sapete che potete finanziare dei progetti che permettono di controbilanciare le vostre emissioni? La Fondazione GoodPlanet mette a vostra disposizione un calcolatore online delle vostre emissioni di CO2, e la possibilità di compensarle immediatamente online.  Fate il test!
In alcune strutture potete compensare anche piantando un albero sul posto.
Ogni gesto conta!

Vi piacerà anche

Sito ufficiale del Turismo in Bretagna
I nostri suggerimenti